Differenziata. Arriva l'App dalla parte dell'ambiente: “I love Palermo pulita” :ilSicilia.it
Palermo

Realizzata per gli studenti delle scuole

Differenziata. Arriva l’App dalla parte dell’ambiente: “I love Palermo pulita”

24 Ottobre 2017

Si svolgerà presso la Facoltà di Lettere e Filosofia giovedì 26 ottobre 2017 alle ore 17 la presentazione del progetto e dell’app “I love Palermo pulita”, ideato e realizzato dall’associazione culturale 800APP, con il supporto dell’Azienda Informatica Coffice srl, grazie alla linea di intervento “Giovani protagonisti di sé e del territorio (CreAZIONI giovani)” emanata dall’Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro.

L’iniziativa, indirizzata ai giovani di età compresa fra i 14 e i 30 anni, ma soprattutto agli studenti delle scuole superiori palermitane, mira a unificare, nel concetto di legalità, “dovere e motivazione” di una corretta educazione alla raccolta differenziata dei rifiuti.

800APP - i love palermo pulita“Informazione e comunicazione sociale – dichiarano gli ideatori – sono strumenti decisivi per ottenere un esito positivo e questo progetto vuole, finalmente, utilizzare i nuovi strumenti e linguaggi di comunicazione dei giovani per avvicinarli ad una cultura della legalità e del rispetto dell’ambiente“.

Grazie all’uso di un’applicazione per i giovani palermitani, è previsto un calendario della raccolta differenziata su smartphone (Android ed Apple), diviso per zona, ed una mappa dei cassonetti di tutta la città. L’applicazione sarà scaricabile gratuitamente su iTunes store e su Google PlayStore.

app-palermo-pulitaIl progetto “I love Palermo pulita” vuole lanciare una campagna di legalità e sensibilizzazione sulle tematiche ambientali e, più precisamente, sulla raccolta e differenziazione dei rifiuti solidi urbani, tesa a formare i giovani come comunità educante ed educativa e ad aumentare la qualità dell’ambiente e della vita di tutti i cittadini di Palermo.

Informazione e comunicazione sociale, infatti, sono strumenti decisivi per ottenere un esito positivo e questo progetto vuole, finalmente, utilizzare i nuovi strumenti e linguaggi di comunicazione dei giovani per avvicinarli ad una cultura della legalità e del rispetto dell’ambiente.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.