Dio "non lo Vuole" :ilSicilia.it

Non parlare, o inviare messaggi come le frasi dei baci perugina, o peggio voltarsi dall'altro lato

Dio “non lo Vuole”

di
2 Aprile 2022

Carissimi

Nuovi “crociati“, interventisti, se foste andati troppo indietro con il tempo, forse mi sarei “priato” nel rivivere gli anni della mia gioventù, ma con questi “discorsi persi” che sento ovunque mi sembra di ritornare indietro di cento anni, ma io a quel tempo non ero a questo mondo e meno male, perchè mi sono evitato orrori che hanno di contro sconvolto la vita ai ns genitori e ai ns nonni.

L’uomo sembra sentire la necessità di fare guerre e con una semplicità che fa paura e nascondendo dietro a tutto ciò interessi economici di pochi manda alla morte, alla sofferenza, alla povertà e pertanto mi chiedo di continuo come ci può essere una religione che inneggi alla guerra (quando vedevo i kamicaze farsi saltare in aria in mezzo alla folla) o peggio una religione che si volti dall’altro lato mentre il popolo è in guerra o ancora peggio benedica e dia la comunione al leader sanguinario dallo sguardo di ghiaccio, ma devoto di un “Dio costruito a sua immagine e somiglianza“.

Non ho cento anni, ne ho un pò più della metà e accade anche a me di inizare ad avere qualche problemino con la memoria e allora magari confondo ciò che ho studiato al catechismo, magari non sono più un cattolico “frequentante“, più che “osservante“, ma il mio Dio era Amore, certo anche Lui in passato si era “siddriatu” in qualche circostanza, ma quello che era il “Padre Nostro” nei cieli era la massima espressione dell’amore per il prossimo e per noi stessi, per la vita, per l’essere umano che rappresenta per me sempre un miracoloso progetto di vita portato avanti con sacrifici e tanto, tanto amore.

Tutta questa beltà messa a repentaglio dalla cattiveria, l’egoismo e la stupidità, attraverso un gesto folle, una pallottola, una bomba kamicaze, un bombardamento “intelligente”, madri che piangono i loro figli, famiglie distrutte, futuri negati per chi?

Ecco che non ha senso inneggiare, dietro qualunque vessillo, alla guerra e non ci potranno essere “guerre intelligenti” e “crociate giuste“, lo so che con il tempo l’uomo si è costruito le sue religioni personalizzate, basti pensare alla chiesa di Inghilterra che mette a suo capo la regina e sapete perchè e come questo scisma sia nato. Capisco anche che i giapponesi possano arrvare a pensare che il loro imperatore sia un “dio“, lo pensavano anche gli Egizi del loro faraone.

Si può credere in ciò che si vuole, si può spacciare qualunque essere umano per una divinità (se uno ci vuole credere, fatti suoi), ma non si può per nessun motivo smettere di pensare alla vita, al futuro, all’amore e allora mi chiedo, sotto tutti quei paramenti, le barbe lunghe, i crocifissi cosa aspetta il patriarca della chiesa Russa a dire al suo presidente: “basta, adesso è ora di finirla!

Non parlare, o inviare messaggi come le frasi dei baci perugina, o peggio voltarsi dall’altro lato è un atteggiamento che fa molto comodo ai tiranni (religiosissimi) della nostra epoca, tanto da far venire nostalgia dei tempi di Canossa.

Un abbraccio, speriamo bene, Epruno.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.