"Dirigenti sanitari dell'Asp di Catania si autopromuovono a ferragosto", la denuncia del Codacons | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Catania

L'associazione a difesa dei consumatori ha presentato un esposto

“Dirigenti sanitari dell’Asp di Catania si autopromuovono a ferragosto”, la denuncia del Codacons

di
21 Agosto 2018

Il Codacons ha annunciato il deposito di un esposto denuncia alla Procura della Repubblica di Catania, alla Corte dei Conti e all’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) affinché, a tutela degli utenti della sanità siciliana, vengano accertati eventuali abusi e responsabilità penali, nonché ogni ulteriore profilo di danno erariale per due delibere dei dirigenti dell’ASP di Catania che “hanno pensato bene di promuoversi sotto ferragosto, attraverso un sostanzioso riconoscimento economico di oltre 39 mila euro”, si legge in una nota dell’associazione.

“Il premio incentivo – spiega il Codacons – firmato dal direttore generale dell’Asp di Catania, Giuseppe Giammanco, e dal Direttore Amministrativo, Daniela Faraoni, con delibera 3147 e 3126, prevede il riconoscimento di ben 33.839,75 euro allo stesso direttore Amministrativo, Daniela Faraoni ed 5.676,56 al Direttore Sanitario, Francesco Luca, ciò sulla base dei risultati di gestione ottenuti ed in rapporto al grado di soddisfacimento degli obiettivi fissati annualmente dal direttore generale. Il direttore generale dell’Asp ha dato, infatti, mandato di predisporre l’atto deliberativo di liquidazione e pagamento dell’oneroso compenso integrativo per il 2017, per le performance dei Direttori Sanitario ed Amministrativo”.

Il Codacons, attraverso l’avvocato Carmelo Sardella, dirigente dell’Ufficio legale regionale, ha annunciato il deposito dell’esposto-denuncia. Giovanni Petrone, Presidente Regionale Codacons, pone degli interrogativi: “Quali miglioramenti ci sono stati per i pazienti e medici che giustifichino questi incentivi? Nel 2017 ci sono stati miglioramenti delle liste d’attesa? E’ stata garantita la sicurezza del personale medico e non? Perché questi incentivi non vengono dirottati per interventi a favore della sicurezza del personale medico e sanitario? Di fronte alla disastrosa condizione della sanità siciliana, occorre investire risorse per migliorare l’assistenza ai pazienti ed invece assistiamo all’ennesimo schiaffo a medici, infermieri e cittadini”.

Il Codacons, inoltre, in attesa degli opportuni accertamenti, chiede al direttore generale dell’ASP l’immediato ritiro della delibera contestata e l’intervento dell’Assessore regionale Ruggero Razza e del Ministro della salute Giulia Grillo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.