Disabili: disagi all'Università di Palermo | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Da circa una settimana non viene più garantito l’assistente individuale per 20 ore settimanali

Disabili: disagi all’Università di Palermo

di
30 Giugno 2017
Gli studenti disabili gravi hanno diritto all’assistenza e alla cura durante gli orari in cui si svolgono le attività didattiche, ma all’Università di Palermo da qualche giorno a questa parte molti di loro lamentano il peggioramento del servizio. In particolare ciò accade da circa una settimana, ovvero da quando l’appalto è passato nelle mani della nuova associazione che ha vinto la gara, la Sanfilippo Onlus, con un ribasso di 6 mila euro rispetto ai 50 mila indicati dal bando come base d’asta.

La situazione che si è venuta a creare rende la frequenza alle lezioni e alle attività dell’Ateneo siciliano se non impossibile estremamente complessa. In sostanza, rispetto a prima, non viene più garantito l’assistente individuale per 20 ore settimanali. Così è capitato che alcuni disabili sono stati lasciati in asso dall’operatore, perché richiesto da altri utenti che si trovavano in altre sedi.

Ecco il fulcro del problema: la difficoltà di assistere in modo adeguato 40 persone dislocate nelle diverse sedi con soli 8 operatori, 1 ogni 5 utenti. Un rapporto stabilito dalla normativa, fanno notare i responsabili dell’associazione, ma rispetto ai disabili che si trovano in una stessa struttura.

La cosa cambia se essi si trovano in più plessi. È questa la regola, tanto che l’Università stessa all’art. 2 del bando scrive che “la Ditta per l’espletamento del servizio deve garantire: personale assistente in numero sufficiente per il buon funzionamento del servizio, disponibile a svolgere il servizio anche presso i poli decentrati Trapani, Agrigento e Caltanissetta, in favore degli studenti con disabilità che ne fanno”.

Il bando, inoltre, all’art. 6 parla di servizi individualizzati, che di fatto non vengono più assicurati. La vecchia associazione, la Who is Handy? Onlus, riusciva nell’impresa anche grazie al lavoro di decine di volontari, muniti comunque delle qualifiche necessarie, ai quali veniva riconosciuto un rimborso spese di 3 euro l’ora. In questo modo dal 2010 è riuscita a soddisfare le esigenze degli utenti.

Ai disagi denunciati dagli studenti per la carenza del personale, si aggiungevano anche quelli determinati dalla decisione comunicata agli utenti dalla responsabile del settore, Giulia Ingrassia, che prevedeva dal primo luglio l’erogazione del servizio fino alle 13.30 e non fino alle 19.30 come previsto dal bando.
Nel frattempo, dopo le proteste, l’Università ha deciso di fare marcia indietro e confermare il servizio anche nelle ore pomeridiane. Inoltre, ha fatto sapere che “monitorerà tutti gli eventuali disservizi dovuti al passaggio di consegne tra la precedente associazione e quella vincitrice dell’appalto”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.