Dissapori nella Lega a Giarre, interviene Candiani: "Si rispettino le Regole, chi non ci sta può andare" | ilSicilia.it :ilSicilia.it

frizioni nel carroccio

Dissapori nella Lega a Giarre, interviene Candiani: “Si rispettino le Regole, chi non ci sta può andare”

20 Aprile 2019

Si sono registrati nelle scorse ore dissapori e distinguo nel circolo della Lega di Giarre da parte di un gruppo di militanti leghisti che non avrebbero gradito le strategie del presidente del locale Circolo Giovanni Barbagallo in ordine ad alcune scelte politiche. Fra queste, anche quelle relative alle prossime elezioni europee.

In una nota, firmata da alcuni esponenti leghisti giarresi si parlava di una presa di distanze di questi ultimi rispetto a una gestione non condivisa del circolo da parte del presidente. Sulla questione lo stesso presidente Barbagallo si limita a un secco: “Preferisco attenermi alle regole del partito“, mentre chi interviene direttamente è il commissario regionale della Lega Stefano Candiani, con una dichiarazione che di fatto stoppa le polemiche:

“Non c’è tempo per i bisticci da cortile – spiega Candiani – se a qualcuno non garbano le scelte prese può andare dove vuole. Nella Lega si rispettano le regole e non ci sono spazi per i protagonismi e per chi non capisce che con la Lega ci si impegna in politica non per ambizione personale ma per risolvere i problemi degli altri”. 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.