Distretto del Cibo: il territorio e i GAL della provincia di Messina si mobilitano :ilSicilia.it

l'incontro giovedì 20 giugno

Distretto del Cibo: il territorio e i GAL della provincia di Messina si mobilitano

21 Giugno 2019

A conclusione dell’incontro di giovedì 20 giugno, sull’aggregazione democratica e dal basso per rispondere al bando regionale, nella considerazione che i territori operano autonomamente in logica pro-attiva, a Capo D’Orlando, a Villa Piccolo di Calanovella, si è discusso delle modalità specifiche per la partecipazione al bando nazionale in scadenza, i partecipanti hanno convenuto di costituire il Distretto del Cibo provinciale denominabile “Valdemone” includendo quale soggetto proponente, previsto nel bando, il già costituito Bio Distretto dei Nebrodi.

Il distretto verrà costituito da: città metropolitana di Messina, Comune di Messina, i comuni dei GAL aderenti, il Gal Nebrodi Plus, il Gal Tirrenico, il Gal Taormina Peloritani, CCIAA di Messina, il Bio-Distretto dei Nebrodi, l’Agenzia per il Mediterraneo, Unime, Ibam-Cnr,  Confagricoltura, Slow Food, Unpli, gli Ordini Professionali, l’Associazione degli Chef della Provincia di Messina, le aziende del settore florovivaistico a partire dal comune di Mazzarrà Sant’Andrea, Barcellona PdG, Furnari e Terme Vigliatore, i comuni dei borghi più belli d ‘Italia dell’area del Valdemone ed in attesa di adesione anche aziende turistiche ed imprese agricole delle Eolie.

Per le adesioni è possibile contattare i propri comuni e Gal di riferimento.

Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Blog
di Renzo Botindari

Ci Vogliono Occhi Verdi

Ho avuto da sempre la convinzione che se non si amministra garantendo un minimo di dignità ad ognuno, non si riuscirà mai ad auspicarsi una crescita, ma la garanzia del minimo insieme alla libera competizione dei capaci si ottiene soltanto attraverso un governare “deideologizzato”.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.