Distrutte venti tonnellate di limoni turchi, Bandiera: "Che sia di monito" | VIDEO | ilSicilia.it :ilSicilia.it

erano stati sequestrati a un importatore siracusano

Distrutte venti tonnellate di limoni turchi, Bandiera: “Che sia di monito” | VIDEO

di
24 Gennaio 2020

Guarda il video in alto

E’ avvenuta questa mattina la distruzione di 20 mila chilogrammi di limoni, di origine turca, sequestrati qualche giorno fa a un importatore siracusano, poiche’ non presentavano le caratteristiche idonee all’immissione al consumo, come stabilito dalla normativa comunitaria prevista dal Regolamento Ue. A darne notizia l’assessore regionale per l’Agricoltura Edy Bandiera.

“Che sia di monito ed esempio per quanti pensano di lucrare sulla salute e sull’economia dei siciliani”, afferma Bandiera. I limoni sono stati distrutti sotto la supervisione e il controllo del personale dell’Ispettorato centrale repressione frodi e del Corpo forestale della Regione siciliana.

Il sequestro si è reso necessario in quanto gli stessi limoni non presentavano le caratteristiche idonee all’immissione al consumo come stabilite dalla normativa comunitaria prevista dal Reg.UE n°543/2011.
Il prodotto sequestrato è stato distrutto. Nel nuovo anno si procederà alla intensificazione dei controlli congiunti tra ICQRF Sicilia e Corpo Forestale della Regione Siciliana per contrastare le forme illegali di commercializzazione con particolare riguardo alle merci agroalimentari importate e spacciate come italiane tanto a difesa, sia delle produzioni Nazionali ivi compresi i prodotti in qualità quali le produzioni a DOP,IGP e Biologiche, sia della sicurezza alimentare per i consumatori.

“Tutto questo – sottolinea Dario Cartabellotta, dirigente generale dell’Agricoltura – si è reso possibile grazie alla decisione del Governo Musumeci di istituire una Task Force per il controllo dei prodotti agroalimentari e il contrasto all’agropirateria nella quale collaborano l’Assessorato agricoltura, il Servizio Fitosanitario, l’Assessorato alla salute, il Corpo forestale, l’Icqrf, l’agenzia delle dogane, l’istituto zooprofilattico, e la guardia costiera. Una preziosa collaborazione per la tutela dei consumatori e la difesa degli agricoltori di Sicilia che producono onestamente in qualità, sicurezza alimentare e tracciabilità”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.