Diventerà Bellissima, Musumeci dà l'ok alla federazione: "La base deciderà con chi entro l'estate" | VIDEO :ilSicilia.it

l'intervista al governatore

Diventerà Bellissima, Musumeci dà l’ok alla federazione: “La base deciderà con chi entro l’estate” | VIDEO

di
4 Luglio 2020

  Guarda il video in alto

Una convention sul mare di Cefalù quella del movimento del governatore Musumeci. Tanti i temi trattati durante la giornata di incontri e tavoli politici.Il tema principale?  La scelta d’obbligo di una federazione con un partito nazionale. Ma il governatore non ha fretta.

Noi siamo un movimento regionale collegato nel centro destra, siamo una forza politica con 9400 iscritti e 140mila voti. Sappiamo bene cosa siamo. Ci federeremo e questo lo deciderà la base del movimento. Ci federemo all’interno di un soggetto nazionale perché è giusto che anche il nostro movimento abbia una parte attiva nelle scelte per l’Europa e l’Italia”. Ha affermato Musumeci a IlSicilia.it

Il governatore apre una piccola parentesi in merito alle braccia aperte di Matteo Salvini nei confronti del partito del governatore: “Abbiamo raccolto con grande interesse all’appello lanciato da Salvini, ma ancora non abbiamo deciso con chi federarci. Siamo carne, siamo pesce, siamo un movimento molto legato al territorio, però, è giusto che alle europee e alle politiche ci sia ancora libertà di voto. E’ giusto che ognuno si assuma le proprie responsabilità”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin