19 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.56

La direzione regionale del movimento

#DiventeràBellissima, conferma: “Noi neutrali alle Europee”

20 Maggio 2019

La direzione regionale del movimento #DiventeràBellissima, riunitasi ad Enna, sotto la presidenza del coordinatore Gino Ioppolo, ha preso atto con soddisfazione “della positiva esperienza” dei propri candidati alle recenti elezioni comunali siciliane nell’ambito del centrodestra.

Inoltre ha ribadito con forza la recente scelta congressuale di mantenere la neutralità alle elezioni europee del 26 maggio, “determinata anche dall’assenza di convincenti strategie dei partiti nazionali a sostegno dello sviluppo dell’Isola nello scacchiere mediterraneo”.

La direzione regionale ha chiarito che, per tali ragioni, il movimento #DiventeràBellissimanon ha espresso -e non esprime- in nessuna forma, alcuna candidatura nelle liste presenti alle consultazioni europee, lasciando tuttavia ai propri iscritti ogni libera valutazione e determinazione seguendo i criteri fissati dal documento congressuale”.

E ha deliberato di partecipare, con i propri rappresentanti istituzionali e in coalizioni omogenee, alle elezioni per i vertici delle ex Province del 30 giugno prossimo, “pur continuando ad esprimere un giudizio fortemente critico verso una riforma che espropria al popolo il diritto di scegliere direttamente gli amministratori provinciali”.

Infine, #DiventeràBellissima terrà sabato 15 giugno a Palermo un’assemblea popolare, finalizzata a riaffermare il manifesto programmatico del movimento alla guida della Regione nel rinnovato impegno del centrodestra per il riscatto dell’Isola.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.