Dj morta, il marito: "Il parabrezza dell'auto era già rotto" :ilSicilia.it

le indagini proseguono

Dj morta, il marito: “Il parabrezza dell’auto era già rotto”

di
28 Agosto 2020

Proseguono anche oggi le ricerche di altri resti del piccolo Gioele sulla collina di Caronia. I vigili del fuoco ieri hanno proceduto disboscare l’area. Sul posto la Polizia scientifica. L’autopsia compiuta al Policlinico di Messina, ha fatto emergere l’azione della fauna sul corpicino aggredito dagli animali. Ieri le operazioni avevano dato esito negativo.

Oggi proseguiranno fino a sera per accertamenti tecnici in casolari, allevamenti, abitazioni rurali nelle aree dove sono stati individuati i corpi del bimbo e della madre Viviana Parisi. Accertamenti fatti anche con il luminol allo scopo di individuare tracce ematiche e biologiche e procedere all’identificazione degli animali presenti. Intanto, interviene il papa’ del bimbo, Daniele Mondello, attraverso l’avvocato Pietro Venuti, circa la notizia che il parabrezza della Opel Corsa usata da Viviana quel 3 agosto si fosse lesionato a causa dell’incidente nella galleria Messina-Palermo: “Il parabrezza dell’auto di Viviana Parisi era già rotto, prima del 3 agosto scorso, per un sinistro precedente a quella data“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Balzebù
di Balzebù

Cancelleri, ma la lista civica non garantisce l’elezione

Il Movimento 5 stelle è ormai un’accozzaglia di correnti. Da un lato Luigi Di Maio, da un altro lato Alessandro Di Battista, da un altro ancora Roberto Fico ed ancora-ancora Paola Taverna. Poi ci sono le sottocorrenti che a loro volta si suddividono in gruppi e sottogruppi. In questo frastagliato mosaico è molto difficile capire dove collocare i pentastellati siciliani, sia quelli eletti al parlamento nazionale che quelli eletti all’Ars.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin