Dj trovata morta a Caronia: dov’è il figlio di Viviana Parisi? :ilSicilia.it
Messina

settimo giorno dalla sparizione

Dj trovata morta a Caronia: dov’è il figlio di Viviana Parisi?

di
10 Agosto 2020

Sono proseguite anche la notte scorsa, per il settimo giorno consecutivo, le ricerche del piccolo Gioele scomparso insieme alla madre Viviana Parisi poi trovata morta nelle campagne di Caronia due giorni fa.

Vigili del fuoco, protezione civile, polizia, finanza, carabinieri con unità cinofile e droni oggi stanno setacciando una nuova area. Sono stati già controllati più di 500 ettari, compresi pozzi, rifugi e casolari che si trovano nelle campagna di Caronia, sottostante l’autostrada A20 Messina Palermo dove Viviana Parisi ha avuto un incidente con la sua auto prima di scavalcare il guard rail e scomparire con il piccole Gioele.

Gli investigatori hanno sentito i familiari di Viviana e ascolteranno, tra i testimoni, gli operai del furgone che si occupa di manutenzione autostradale con il quale l’Opel Corsa di Viviana ha impattato nella galleria Turdo e che l’hanno vista allontanarsi dopo aver lasciato l’auto nella piazzola.

Oggi, nella Prefettura di Messina, è prevista una nuova riunione operativa per vedere quali strategie attuare per la ricerca, anche nei prossimi giorni. Non è escluso che le ricerche si allarghino anche a Sant’Agata Militello e nei paesi vicini.

Il suo percorso resta un ‘giallo’ ancora al vaglio della Procura di Patti e della polizia che non escludono alcuna ipotesi. Sul tavolo degli investigatori sono diversi gli scenari possibili: la madre avrebbe ucciso il figlio e poi si sarebbe suicidata, la donna sarebbe stata uccisa da qualcuno che ha portato via il bambino, Viviana avrebbe affidato Gioele a qualcuno per poi togliersi la vita.

Si indaga anche sui 20 minuti nei quali Viviana è uscita con l’auto dal casello di Sant’Agata di Militello della Palermo-Messina per poi ritornare sulla stessa autostrada dove, vicino a Caronia, ha avuto un incidente tamponando un furgone fermo.

Non si esclude neppure un incidente: la donna correndo potrebbe essere caduta violentemente e sbattuto la testa e il piccolo sarebbe fuggito.

Solo tesi, al momento, senza una vera soluzione. Particolari utili alla ricostruzione della dinamica dell’accaduto arriveranno dall’autopsia che chiarirà le cause della morte della donna. Ma la priorità per tutti, per il momento, resta una sola: trovare Gioele, e il tempo non è un amico dei soccorritori.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il Presidente con le carte in regola

In una fase di scadimento della Politica ricordare Pier Santi Mattarella è come una boccata di ossigeno, un riconoscere che vi è stata, e quindi è possibile, una politica ispirata al bene comune, al buon governo e al progresso della propria terra

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin