Domenica di sangue nel Palermitano, lite fra vicini finisce a fucilate | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

a san giuseppe Jato

Domenica di sangue nel Palermitano, lite fra vicini finisce a fucilate

di
26 Agosto 2019

Una lite per futili motivi tra due nuclei familiari è finita con due feriti e due sorelle fermate dai carabinieri con l’accusa di tentato omicidio. E’ successo in via delle Anime Sante, a San Giuseppe Jato (Pa).

Una donna ha impugnato una pistola ad aria compressa caricata a pallini e ha esploso alcuni colpi contro una coppia di coniugi, ferendo la donna di striscio al volto (trasportata dal 118 al Civico di Palermo) e il marito al braccio (curato dalla guardia medica).

Anche la sorella aveva imbracciato un fucile ad aria compressa con l’intenzione di sparare. Non è la prima volta che le due famiglie litigano per problemi di vicinato e pare che il problema fosse la musica ad alto volume diffusa dai vicini.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.