Dopo gli atti vandalici, alla Cala sorge un murales dedicato a Falcone e Borsellino | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Il murales sarà completato il 19 luglio

Dopo gli atti vandalici, alla Cala sorge un murales dedicato a Falcone e Borsellino

di
13 Luglio 2017
La risposta di Palermo ai recenti atti intimidatori ai danni di una statua di Falcone e di alcuni disegni sempe ritraenti di due magistrati simbolo dell’antimafia non è tardata ad arrivare. Da ieri due street artist nisseni che però da anni vivono a Palermo sono alle prese con un murales enorme alla Cala, sulla facciata laterale dell’Istituto Nautico che ritrae la famosissima immagine dei due giudici che sorridono parlandosi all’orecchio.

Per tutti i palermitani onesti, ma anche per tutti gli italiani, quell’immagine è un simbolo, un pugno allo stomaco, una ferita di Stato, ma al contempo un monito ad andare avanti seguendo il loro esempio, calcando le loro orme sulla via, quella che tracciò lo stesso Falcone mentre era ancora in vita quando disse: “Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini“.

Un luogo strategico la Cala, dove tantissimi turisti e cittadini ogni giorno transitano e potranno godere di questo spettacolo. Il “Benvenuto di Palermo” da oggi è questo murales che sarà completato il 19 luglio, giorno delle commemorazioni per i 25 anni dalla strage di via D’Amelio.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin