Dopo i cinesi, anche gli arabi di Dubai interessati al porto di Palermo | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

Colloqui avviati con l'Eurispes

Dopo i cinesi, anche gli arabi di Dubai interessati al porto di Palermo | FOTO

di
3 Aprile 2019

SCORRI LE FOTO IN ALTO

Dopo i cinesi di Shanghai, anche gli arabi mettono nel mirino il porto di Palermo.

Ieri mattina due rappresentanti della Mohammad Omar Bin Haider (Mobh), holding di Dubai con 5mila dipendenti e 60 filiali nel mondo, hanno incontrato a Palermo i vertici di Eurispes per prendere visione del progetto da 5 miliardi di euro per la realizzazione di una piattaforma commerciale capace di movimentare fino a 16 milioni di container.

I colloqui si sono tenuti a Villa Zito. Per Eurispes il responsabile dipartimento Mezzogiorno Saverio Romano e il componente del comitato scientifico, l’ingegnere Giovanni Battista Rubino; per la holding di Dubai, il ceo di Mobh Zahed Albattarni e Tom Nauwelaerts.

I colloqui avviati con il gruppo Mobh, secondo quanto risulta all’Ansa, proseguiranno nei prossimi giorni.

Eurispes ha avviato contatti a livello internazionale per promuovere il progetto che è stato definito da uno studio d’ingegneria di Palermo. Nelle scorse settimane ci sono stati confronti con alcuni emissari di un fondo d’investimento di Shanghai. Adesso il dossier interessa anche gli arabi.

Si prevede la realizzazione di una piattaforma sul mare di 200 ettari, collegata all’entroterra con una superficie di ulteriori 100 ettari per consentire alle grandi navi merci da 400 metri di movimentare un volume di circa 16 milioni di container all’anno, a fronte dei 10mila attuali. Per gli armatori sarebbe un risparmio di svariati milioni di euro in quanto ridurrebbero i tempi di permanenza in mare delle navi rispetto alle rotte attuali.

Tanti gli interventi di riqualificazione dell’area portuale previsti nel progetto: ristoranti, spazi per il tempo libero, campi sportivi, distributori di carburante. Palermo diventerebbe il primo hub d’Europa, superando persino Rotterdam.

 

LEGGI ANCHE:

Porto di Palermo nel mirino dei cinesi: maxi progetto da 5 miliardi

Progetto Eurispes, demagogia e parole al vento per una Palermo impossibile

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin