Dpcm, Musumeci vuole deroghe in Sicilia: "Bar e ristoranti chiusi alle 18? Situazione penalizzante" | VIDEO :ilSicilia.it

Il governatore in tv

Dpcm, Musumeci vuole deroghe in Sicilia: “Bar e ristoranti chiusi alle 18? Situazione penalizzante” | VIDEO

di
27 Ottobre 2020

La realtà della Sicilia non è quella di altre regioni del Nord. Non escludiamo che ci si possa arrivare, e speriamo di no, ma se in questo momento è possibile far lavorare alcune categorie perché non lo si deve fare?“. A dirlo è stato il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, nel corso di ‘Tg2 Post’, esprimendo le sue perplessità sul Dpcm che ha imposto la chiusura di bar e ristoranti alle 18. E sull’obbligo di chiusura per teatri e sale cinematografiche: “Consentire i musei aperti e i teatri chiusi mi sembra un ‘non senso'”, ha sottolineato il governatore. “Il Dpcm dell’altro ieri ci lascia perplessi sulla chiusura alle 18 di ristoranti, pizzerie e bar: una situazione sinceramente penalizzante“.

Sulla chiusura dei teatri e cinema, Musumeci afferma: “Ho riunito la giunta per chiedere di proporre a Roma una deroga, un protocollo a due tra Regione e governo centrale per il settore dei Beni culturali, in cui la Sicilia esercita la potesta’ legislativa, affinche’ si possano tenere aperti almeno teatri e cinema“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin