Dpcm, Siviglia: "Incomprensibile la chiusura di cinema e teatri" :ilSicilia.it

la dichiarazione del presidente regionale dell'unione esercenti cinematografici italiani

Dpcm, Siviglia: “Incomprensibile la chiusura di cinema e teatri”

di
25 Ottobre 2020

Incomprensibile la chiusura di cinema e teatri. Nei cinema e nei teatri non abbiamo visto assembramenti o pericoli di sorta i dati nazionali ci dicono che nessun contagio è avvenuto nelle sale cinematografiche“, dichiara Eugenio Siviglia presidente regionale UECI (unione esercenti cinematografici italiani).

“Rimaniamo stupiti di questa scelta del governo e che non ci sia stata nessuna reale discussione a tutela del cinema o del teatro, luoghi essenziali della vita sociale e culturale. Molti esercenti si dissociano da questa incomprensibile decisione del governo non supportata da alcuna evidenza scientifica – evidenzia -. E’quantomai urgente confrontarsi con le istituzioni TUTTE per azioni chiare e condivise, non si può ripartire la seconda volta senza norme certe, è abbastanza evidente infatti che la ripartenza del settore dopo il 15 Giugno ad oggi è stata fallimentare perché di fatto ha lasciato le sale sprovviste per ben 5 mesi di prodotto necessario ad una minima sopravvivenza”.

“Sanno realmente le istituzioni cosa occorre economicamente per mantenere le strutture cinematografiche e i teatri? oggi chiediamo a gran voce sostegno economico serio e tavolo tecnico per ripartenza“, conclude.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin