Droga e banconote false tra Napoli e Palermo: cinque arresti :ilSicilia.it
Palermo

arresti per droga e traffico di denaro

Droga e banconote false tra Napoli e Palermo: cinque arresti

di
1 Febbraio 2021

La Polizia ha bloccato un canale di fornitura di droga tra Napoli e Palermo ed eseguito cinque ordinanze cautelari. Due in carcere e tre ai domiciliari.

In cella sono finiti: Gioacchino Di Maggio, 39 anni, e Salvatore Gnoffo, 31 anni.

Ai domiciliari: C.A. di 33 anni, M.C, di 49 anni e P.F. di 26 anni.

L’indagine è iniziata nel luglio 2019 nel quartiere Danisinni, a Palermo. Qui gli agenti della squadra mobile hanno trovato due auto dove erano nascosti 34 chili di hashish, 200 grammi di cocaina, metadone, alcuni grammi di marijuana e materiale per taglio e confezionamento.

Nel bagagliaio di una Hyundai è stata trovata una cassaforte saldata al veicolo, con dentro un chilo di hashish.

Le indagini si sono indirizzate verso Gnoffo e Di Maggio. I poliziotti hanno ricostruito gli spostamenti in Campania, nel quartiere Chiaiano. Complessivamente l’attività investigativa ha permesso sequestrare di circa 160 chili di hashish, 200 grammi di cocaina, 19 mila euro in banconote false in tagli da 20 euro e di disarticolare il canale di fornitura tra Napoli e Palermo.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin