Droga, trovati in spiaggia nel Palermitano 3 chili di hashish :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

il ritrovamento

Droga, trovati in spiaggia nel Palermitano 3 chili di hashish

di
16 Aprile 2021

Tre chili di hashish sono stati trovati dai carabinieri sulla spiaggia di Lascari, nel Palermitano. Fatti analoghi, sui quali ci sono indagini, sono accaduti in vari luoghi della costa siciliana, nel corso delle ultime settimane e anche lo scorso anno. L’hashish avrebbe fruttato circa 45mila euro.

Nell’entroterra del Palermitano, a Bolognetta, gli uomini dell’Arma hanno scoperto una piantagione indoor di 300 arbusti di marijuana e hanno arrestato un ventiseienne, posto ai domiciliari, con il braccialetto elettronico. Settanta piante della stessa essenza sono state trovate in una serra a Carini, dove un uomo di 41 anni è stato arrestato.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin