Durante la "Tosca" al Teatro Antico di Taormina un minuto di silenzio per la tragedia di Genova :ilSicilia.it
Banner Bibo
Taormina

Prossimo appuntamento lunedì 20 agosto

Durante la “Tosca” al Teatro Antico di Taormina un minuto di silenzio per la tragedia di Genova

di
17 Agosto 2018

Un minuto di silenzio in ricordo della tragedia di Genova degli oltre quattromila spettatori dell’applauditissima Tosca del “Taormina Opera stars“.

Tutti in piedi nella cavea in un momento davvero toccante. È iniziata, dunque, con un doveroso segno di rispetto, una serata di musica lirica all’insegna della qualità che poi si è conclusa con il giusto tributo delle migliaia di spettatori che si sono trovati al Teatro Antico.

tosca-teatro-antico-di-taormina-1Un’ovazione è stata attribuita alle donne dello spettacolo, il direttore d’orchestra, Gianna Fratta e il soprano, Carmela Apollonio. Bravissimo anche il giovane tenore, Orazio Taglialatela, che ha dovuto sostituire nel ruolo di Cavaradossi, Marcello Giordani, per un’indisposizione che gli ha impedito di trovarsi in scena.

Imponente la presenza di Pedro Cardillo nel ruolo del Barone Scarpia. Applausi anche per coro ed orchestra selezionata dall’organizzazione guidata da Maurizio Gullotta, Antonio Lombardo e Franco Barbera e il direttore, Davide Dellisanti. Sicuro il coro delle voci bianche “Vincenzo Bellini” diretto da Daniela Giambra.

Il pubblico ha apprezzato tutto il cast del calibro di: Shy Zong (Cesare Angelotti), Stefano Sorrentino (Spoletta), Alessandro Vargetto (Sacrestano/Sciarrone) Graziano D’Urso (carceriere) e Pasquale Auricchio (Pastorello).

Apprezzata anche la cura dei dettagli della splendida scenografia curata da “La bottega fantastica“, di Daniele Barbera. Movimenti in scena assolutamente impeccabili di comparse e del gruppo “Sikilia“. Allestimento sontuoso di Tosca, quindi, all’insegna di qualità e tradizione sotto ogni punto di vista che conferma la dedizione con cui il “Taormina Opera stars” prepara i suoi appuntamenti.

Apprezzati sono stati, infatti, i costumi di Daniela Finocchiaro, le luci di Giuseppe Sapuppo, le acconciature dell’accademia Iside di Alfredo Danese e gli effetti speciali di Gaetano La Mela.

Il festival del “Taormina Opera stars” proseguirà con altri eventi di assoluto spessore. È previsto, il 20 agosto, infatti il concerto delle “Div4s“. Il gruppo di soprani, conosciuto in tutto il mondo, sarà a Taormina in una serata dove il programma andrà dalla lirica al pop con le più belle arie dell’opera di Verdi, Puccini, Bellini, le canzoni classiche napoletane, la musica dei film di Nino Rota, Ritz Ortolani, Ennio Morricone per arrivare ai grandi successi internazionali.

Il 21 invece, vi è grande attesa da parte degli appassionati per la replica di Tosca durante la quale si troverà in scena, nel ruolo di Tosca, il soprano di fama internazionale, Maria Tomassi.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Il Principe e il Povero

E proprio vero “u saziu nun po' cridiri o diunu, è facile fare la persona di principio con l’appannaggio annuo di 2.000.000 sterline che ti passa to nonna". Fu a quel punto che comprese l’importanza e la fortuna di essere povero

Politica

di Elio Sanfilippo

Il putiferio palermitano del Pd

Il putiferio all’interno del Partito democratico palermitano pare che sia scoppiato in seguito ad una intervista rilasciata dal segretario Rosario Filoramo accusato di autoreferenzialità, di una gestione accentratrice del partito e, soprattutto, di avere lanciato la sua sindacatura a sindaco di Palermo senza alcuna consultazione e riunione degli organismi dirigenti. 

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Ferranti