Duro colpo al clan Trigila a Noto: due misure cautelari e sequestro di un'azienda alimentare :ilSicilia.it
Catania

L'operazione della guardia di finanza

Duro colpo al clan Trigila a Noto: due misure cautelari e sequestro di un’azienda alimentare

di
3 Febbraio 2021

La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Catania ha eseguito due misure cautelari personali e un provvedimento di sequestro preventivo di una rivendita di generi alimentari, a Noto.

L’indagine ha riguardato 5 persone, tutte residenti in provincia di Siracusa, sottoposte a indagine per trasferimento fraudolento di valori, con la finalita’ di eludere la normativa antimafia.

In particolare, nel mirino il profilo patrimoniale di Waldker Domenico Albergo – considerato il referente del clan Trigila operante in provincia di Siracusa – gia’ condannato con sentenze definitive per associazione mafiosa nel 1993, nel 1994 e nel 2006 e, da ultimo, sulla base di indagini svolte sempre dal Nucleo PEF della Guardia di finanza di Catania, destinatario di misure di prevenzione relative alle sue attivita’ commerciali.

Albergo, con il supporto di altri due sodali, avrebbe iniziato a Noto una nuova attivita’ commerciale (una rivendita di generi alimentari), che – con la finalita’ di evitare ulteriori indagini – non ha intestato a se’ o ai familiari ma a un prestanome, Giuseppe Balistreri, dipendente dello stesso Waldker Domenico Albergo.

Inoltre, per come emerso dall’indagine, l’acquisizione della ditta di generi alimentari e’ stata direttamente seguita dal commercialista di Albergo, Niccolo’ Tullio Lentini, il quale – consapevole dell’illiceita’ dell’operazione – ha suggerito ad Albergo il ricorso al prestanome e si e’ occupato di reperire il compendio aziendale per l’esercizio dell’attivita’ imprenditoriale.

Sono state denunciate complessivamente 5 persone, per trasferimento fraudolento di valori.
Il Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Siracusa ha disposto i divieto temporaneo dell’esercizio della professione di dottore commercialista per un anno nei confronti di Niccolo’ Tullio Lentini; divieto temporaneo di esercitare imprese per un anno nei confronti di Giuseppe Balistreri e il sequestro della rivendita di generi alimentari, formalmente intestata a Balistreri ma riconducibile ad Albergo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin