25 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.01

Sexy party e feste erotiche in mezza Isola

E in Sicilia c’è chi sceglie il Capodanno all’insegna della trasgressione. Ecco dove

31 Dicembre 2018

La Sicilia trasgressiva festeggia a modo suo il 2019, con cenoni e party hard in club privé di mezza Isola per dire addio all’anno appena trascorso e dare il benvenuto a quello nuovo. E che in Sicilia, l’eros e il “gioco” (così amano chiamare lo scambismo gli amanti del genere) siano in crescita lo dimostra il pullulare di locali a tema, concentrati – è bene dirlo – soprattutto nella Sicilia orientale, dove Catania e la sua provincia sono le più gettonate. Non chiamateli locali porno, perchè gestori e soci potrebbero offendersi, ma semmai luoghi in cui l’eros e il divertimento sono la parola d’ordine, ovviamente insieme al rispetto assoluto della privacy per chi partecipa alle serate (sono, infatti, vietate foto e video da parte dei clienti, per garantire la riservatezza di tutti).

Fra gli amanti del genere, una festa esclusiva è quella organizzata per il 31 dicembre a “Le Sabbie nere” di Nicolosi, dove alle coppie che decideranno di trascorrere là l’ultimo dell’anno verrà consegnato all’ingresso un biglietto con cui si potrà partecipare all’estrazione di un soggiorno a Port Nature, tempio del naturismo a Cap D’Agde in Francia, vero e proprio paradiso della trasgressione.

Per le coppie e i single della Sicilia occidentale un cult è il “Morrigan Club” al Casale delle Serre di Villafrati, luogo storico per i cultori della trasgressione, dove a partire dalle 21 del 31 dicembre, gli ospiti potranno partecipare al cenone a buffet, seguito dall’eros party e “disco swinger”

Una notte speciale è quella del “Love story night club“, situato sulla S.S.192 Belpasso a pochi km da Catania, realizzato in un antico casale a ottocento metri dalla base Nato Sigonella. Qui si strizza l’occhiolino ai “gentlemen” e per la festa di Capodanno è espressamente richiesto l’abito elegante… La vicinanza alla base militare è testimoniata dal rigoroso uso della lingua inglese sul sito del club e sugli inviti all’evento, a cui i militari americani sono evidentemente ben accetti.

labbraAl “Club Privè Nuove Emozioni” che si trova in contrada Mercadante a Lentini, per l’ultimo dell’anno le coppie entrano gratuitamente mentre i singoli devono pagare un biglietto d’ingresso di 120 euro, comprensivo anche di tessera per il 2019. Ingresso dalle ore 21, ma le prenotazioni scadevano il 27 dicembre.

A Mascali c’è la “Maison erotique club privè“, che organizza la “Diamond Night”. Per salutare l’ultimo giorno dell’anno lo staff di Maison Erotique propone una lunga notte dedicata alla lussuria, all’eleganza, al divertimento e al lusso… “Vivremo un atmosfera suggestiva e d’altri tempi – si legge su facebook – Avremo a disposizione ampi spazi lussuosi dove potremo gustare un’ottima cena a buffet sorseggiando del buon vino, per poi continuare la lunga notte in bellissime e comode stanze, inoltre metteremo a vostra disposizione una zona open space dedicata. Tutto questo in compagnia di bellissime coppie e tanti amici. Si ballerà e si sorriderà aspettando la mezzanotte per festeggiare e brindare all’inizio”.

E per la notte di Capodanno non poteva mancare una Sexytombola, in programma al “sexy disco American PakiDù” che si trova nel cuore di Catania. American Paki Du’ è un “Gentleman’s Club” che offre spettacoli di Lap Dance, Live Sexy, Privè Show ed esibizioni di Sexy Star. Locale pubblico, non è richiesto tesseramento. Oltre alla tombola, anche spettacoli con le sexy star Michelle Brown, LorenA, Michela Monti, Beatrice kidman, Margot e le Lap dancer: Jessica, Ilary, Sarah, Chiara, Rebecca, Stella do Brazil, Claudia, Federica, Nina, Ambra, Jasmine-

Infine, c’è chi il nuovo anno lo ha già festeggiato. Al Luxury naturist club di Cinisi, domenica 30 dicembre si è salutato il 2018 e brindato al 2019 con prosecco free, percorso benessere naturista e spa per i partecipanti.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Per chi forse ha già dimenticato

“Dottore questa volta non ce l’ho fatta, non ho fatto storie, non ho permesso a loro di attaccarmi le lunghe maniche bianche dietro la schiena, non ho voluto fare il “bastian contrario” come sempre e ho preso la loro medicina. A che serviva ancora dire che non era giusto? E poi a chi? In quanti siamo rimasti? Mi sono dovuto prostrare come tutti, mi sono dovuto distrarre, avrei dovuto imparare ad essere più ipocrita, mi sarebbe bastato vendere il mio intelletto".
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Il ricordo di Falcone: un’occasione persa per una memoria condivisa

Oggi è una di quelle date che dovrebbe essere patrimonio di tutti e invece, il ricordo del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo, e degli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, è diventato l'occasione per divisioni, distinguo, accuse, veleni, lenzuoli di protesta ai balconi e contromanifestazioni.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.