È morto l'ex vicepresidente della Regione Bartolo Pellegrino :ilSicilia.it

AVEVA 85 ANNI

È morto l’ex vicepresidente della Regione Bartolo Pellegrino

28 Luglio 2019

È morto all’età di 85 anni Bartolo Pellegrino. Deputato regionale di lungo corso, era nato a Trapani nel 1934. Nel suo passato anche l’incarico di vice presidente della Regione con Totò Cuffaro.

Eletto per la prima volta deputato all’Ars nel 1971 con il Partito socialista, nell’aprile del 2001 aveva fondato il movimento regionalista “Nuova Sicilia“. Nell’aprile del 2007 arrestato con l’accusa di associazione mafiosa fu successivamente assolto sia in primo grado che in appello.

Cordoglio per la morte di Pellegrino è stato espresso dal presidente dell’Assemblea regionale siciliana Gianfranco Micciché che si dice a nome personale e del Consiglio di presidenza “vicino ai familiari”.

“Nella sua lunga, e anche travagliata, esperienza di deputato regionale e di governo, Pellegrino è stato uno dei personaggi di spicco della storia politica dell’Isola. All’inizio degli anni Duemila, proprio in coincidenza con l’avvio dell’elezione diretta del presidente della Regione, ebbe il merito di rilanciare quello spirito autonomistico che sembrava essersi smarrito nel corso dei decenni precedenti. Alla famiglia va il più profondo cordoglio mio personale e del governo”. Lo dichiara in una nota il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Blog
di Renzo Botindari

Ci Vogliono Occhi Verdi

Ho avuto da sempre la convinzione che se non si amministra garantendo un minimo di dignità ad ognuno, non si riuscirà mai ad auspicarsi una crescita, ma la garanzia del minimo insieme alla libera competizione dei capaci si ottiene soltanto attraverso un governare “deideologizzato”.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.