Ecco il "GenioPop della munnizza", l'installazione-denuncia di Francesca Pagliaro | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Nell'ambito della collettiva "Rifiuti"

Ecco il “GenioPop della munnizza”, l’installazione-denuncia di Francesca Pagliaro

di
13 Maggio 2019

Guarda le foto in alto

E’ stata inaugurata il 10 maggio 2019 in occasione della mostra collettiva Rifiuti allestita nei locali della biblioteca regionale di corso Vittorio Emanuele, a Palermo, su iniziativa della “Settimana delle culture” ed è l’istallazione: “GenioPop della Munnizza”, realizzata da Francesca Pagliaro.

Un’opera che nasce come denuncia verso l’incuria dei palermitani stessi verso la propria città, Palermo, che
invadono e soffocano gettando rifiuti in modo irrispettoso. Il focus è puntato sulla plastica: Nell’installazione l’icona del GenioPop – creata tempo fa dalla stessa artista – diventa essa stessa rifiuto urbano.

“In questo modo – spiega – si vuole riprendere una problematica globale di grande attualità, quale quella dell’inquinamento provocato dalla plastica, che ad oggi richiede ancora un grande impegno personale e sociale per la sua risoluzione”.

L’installazione è accompagnata da un pannello stampato in pvc di dimensioni 50 x 70.

Il progetto “GenioPop” di Francesca Pagliaro, prende spunto dalla figura mitologica del Genio di Palermo e vuole rappresentare la rinascita e il dinamismo socio culturale della città e di quei cittadini che guardano avanti. L’icona del Genio, rivisitata in chiave contemporanea, viene proposta con un linguaggio Pop con l’intenzione di rendere popolari sia l’opera che il mito. L’obiettivo è quello di trasmettere un messaggio rivoluzionario e dal forte valore identitario insito nel mito stesso, che direttamente dal passato diventa contemporaneo. Attraverso l’uso dei canali social più comuni, il GenioPop ha voce e diviene icona itinerante viaggiando per il mondo.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.