Ecco la lista della Lega per le europee, il 50% dei candidati dalla Sicilia occidentale :ilSicilia.it

Tutti i nomi del collegio Isole

Ecco la lista della Lega per le europee, il 50% dei candidati dalla Sicilia occidentale

di
16 Aprile 2019

La Lega scalda i motori anche nelle due isole maggiori in vista delle elezioni europee del prossimo 26 maggio e presenta una lista per il collegio Sicilia-Sardegna in cui, su otto candidati, ben cinque sono siciliani e soltanto due sardi. La lista è stata ufficializzata stamattina e a guidarla sarà il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Il leader del Carroccio sarà capolista in tutti i collegi, per provare a catturare, con la presenza del suo nome, il voto d’opinione.

Dietro di lui, però, non mancano le sorprese, fra esclusioni eccellenti e ripescaggi inattesi. Candidato forte della lista è, infatti, il palermitano Igor Gelarda, responsabile degli enti locali per la Sicilia, considerato tra i favoriti anche per l’assenza a sorpresa dall’elenco degli otto candidati per Strasburgo del suo omologo catanese Fabio Cantarella, assessore della giunta di centrodestra nella città etnea e dato fino a poche ore fa come candidato quasi certo. C’è, invece, Angelo Attaguile, l’ex parlamentare nazionale che per anni ha ricoperto l’incarico di segretario di “Noi con Salvini”, ma che nell’ultimo anno sembrava essere stato messo in disparte per far posto al nuovo gruppo dirigente leghista dell’Isola.

La lista per le europee, a ben guardare, è non soltanto fortemente siciliana, ma presenta una stragrande maggioranza di candidature provenienti dalla Sicilia occidentale. Evidentemente, il commissario regionale Stefano Candiani e lo stesso Salvini hanno inteso dare con questa scelta un segnale di attenzione a questa parte dell’Isola, nella quale la Lega sta mietendo consensi e adesioni nei territori oramai da diversi mesi. Ci sono, infatti, candidati di Palermo, del Trapanese e dell’Agrigentino. Assenti, invece, nomi dalla provincia di Messina, dal Siracusano e dal Ragusano, così come della Sicilia centrale.

In lista c’è l’avvocato Annalisa Tardino di Licata, che alle scorse amministrative si era candidata a sindaco del suo paese e, seppur non eletta, aveva ottenuto un consenso molto forte. E c’è Francesca Donato, avvocato nata ad Ancona ma residente in Sicilia, nota come ideatrice e promotrice del progetto Eurexit. C’è, inoltre, Maria Concetta Hopps, impegnata a Mazara del Vallo nella prossima tornata elettorale amministrativa a sostegno del candidato sindaco leghista Giorgio Randazzo.

I due candidati sardi sono Massimiliano Piu, tra gli esponenti della Lega più rappresentativi della provincia dell’Ogliastra, e Sonia Pilli, sassarese, già candidata quest’ultima alle scorse elezioni regionali nella lista della Lega che ha sostenuto e portato alla vittoria l’attuale governatore Christian Solinas.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.