16 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.08
Palermo

Il 4 maggio a Villa Igiea

Ecco “We Want You”: l’iniziativa per l’imprenditoria giovanile

26 Aprile 2018

“We want you” è l’iniziativa, presentata oggi alla Camera di Commercio, promossa dai presidenti dei Gruppi Giovani di Palermo di Confcommercio, Sicindustria e Ance – rispettivamente Giovanni Imburgia, Luca Silvestrini e Mario Puglisi – che punta ad approfondire i temi dell’imprenditoria giovanile e che si svolgerà venerdì 4 maggio a Palermo, a Villa Igiea, a partire dalle 16.

Villa Igiea Palermo
Villa Igiea

E’ la prima collaborazione tra i gruppi dei giovani imprenditori maggiormente rappresentativi in Sicilia – Confcommercio, Confindustria ed Ance – e si pone l’obiettivo di stimolare la creazione di attività innovative.  Presenti alla conferenza stampa anche la presidente di Confcommercio Palermo Patrizia Di Dio e i vice presidenti del gruppo Giovani di Confcommercio Palermo Stefania Baio e Dario Scalia, e Riccardo Galioto di Ance.

La giornata – sostenuta da Banca Popolare Sant’Angelo e Nuova Sport Car – punta ad approfondire le maggiori tematiche legate all’imprenditorialità giovanile. Tale processo risulta fondamentale per il tessuto economico siciliano e per quanti decidono di dedicarsi alle proprie idee a tempo pieno per cercare di trasformarle in progetti concreti. Durante lo svolgimento dei lavori ci saranno testimonianze di spicco di imprenditori che sono riusciti a far diventare le proprie idee delle vere e proprie imprese di successo di livello internazionale, ma ci sarà anche spazio per autorevoli interventi istituzionali che avranno lo scopo di indirizzare coloro che hanno deciso di essere imprenditori restando al Sud.

“Una collaborazione nata molto naturalmente – ha sottolineato Giovanni Imburgia perché da parte di tutti c’è l’esigenza di collaborare per progetti che ci riguardano, a maggior ragione se si tratta di imprenditoria giovanile. Il nostro territorio – ha aggiunto Imburgia – attraversa una fase di difficoltà nella ripresa economica e il lavoro è sempre più in discussione, rispetto al passato ci sono meno garanzie per tutti, sia per i lavoratori che per gli imprenditori. Puntare sull’imprenditorialità è fondamentale, per creare lavoro bisogna incoraggiare l’impresa e ai giovani dobbiamo spiegare i vantaggi perché se si deve rischiare che almeno si faccia per qualcosa di nostro. Oggi grazie alle associazioni di categoria che rappresentiamo – ha continuato Imburgia – abbiamo maggiori contatti, maggiori capacità, maggiori alternative per aumentare le possibilità di successo”.

Ci rivolgiamo agli studenti, ai giovani che vogliono capire cosa significa davvero essere e fare gli imprenditori – ha detto Mario Puglisi, presidente di Ance Palermo -. Come associazione puntiamo a fare rete nella consapevolezza che l’unione delle nostre associazioni è fondamentale. Alla politica diciamo che non siamo vasi da riempire ma fiamme da accendere”.

“E’ un momento storico questa iniziativa che nasce tra i giovani imprenditori di Palermo – ha sottolineato Daniele Giacalone, tesoriere dei Giovani di Sicindustria Palermo, che ha rappresentato il presidente Luca Silvestrini -. Vogliamo portare ai giovani un messaggio positivo. In Sicilia si può fare impresa e abbiamo una classe imprenditoriale viva e attiva e chi desidera fare impresa può farlo con il supporto delle nostre associazioni. Nella nuova programmazione bisognerà dare strumenti concreti alle imprese e riteniamo che bisogna premiare soprattutto le idee e la capacità di essere originali in chiave imprenditoriale”.

Stefania Baio, vice presidente del gruppo Giovani di Confcommercio Palermo, ha tenuto a sottolineare l’importanza dell’imprenditoria femminile che oggi è sempre più una realtà.

Il programma prevede tre momenti: si parte alle 16,30 con Giovanni De Lisi, Ceo di GreenRail, Ugo Parodi, Ceo di Mosaicoon e Giuseppe Giglio, Ceo di Giglio.com che offriranno le loro testimonianze di impresa di successo tutta palermitana che riesce a competere a livello europeo. A seguire gli interventi istituzionali con il sindaco Leoluca Orlando, l’assessore regionale all’Economia Gaetano Armao, il direttore commerciale della Banca Sant’Angelo Mario Lio, il presidente emerito del Senato Renato Schifani.

Il terzo slot di interventi prevede le conclusioni dei promotori di We want You,  i presidenti dei Gruppi Giovani di Palermo di Confcommercio, Confindustria e Ance, rispettivamente Giovanni Imburgia, Luca Silvestrini e Mario Puglisi.  Naturalmente si parlerà anche delle misure a sostegno delle imprese giovani, come per esempio “Resto al Sud”. Infine, di sera a Villa Igiea una grande festa ad inviti.

“Il nostro obiettivo non è avere una idea e quindi puntare al finanziamento – ha osservato Imburgia – i fondi non sono l’obiettivo, ma devono essere strumento per fare attività di impresa”.

Patrizia Di Dio, Confcommercio“Una iniziativa che merita un plauso – ha detto Patrizia Di Dioquesta è una chiamata alle armi, che ha un grandissimo valore motivazionale, è nostro compito creare cultura di impresa ed il fatto che ci sono giovani che si rivolgono ad altri giovani è fondamentale per lo sviluppo di idee e la condivisione di valori, perché è anche un modo per fare massa critica”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Prendiamo consapevolezza

Un consiglio da affidare alle suppliche a Santa Rosalia: mettiamo da parte gli slogan, i “nemici da cuntintizza”, gli specchietti per le allodole, prendiamo consapevolezza per una volta che siamo nella merda. Lavoriamo per coprire il gap che ci separa dalle grandi città e un domani sarà tutto consequenziale, anche il pallone.
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.