Economia, in crescita l'interesse delle multinazionali americane per la Sicilia :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

gli imprenditori Usa a palermo

Economia, in crescita l’interesse delle multinazionali americane per la Sicilia

di
1 Marzo 2019

Opportunità di affari, storie di successo, servizi di consulenza e assistenza sulla rotta che collega la Sicilia agli Stati Uniti. Numeri e nomi di chi ha saputo cogliere nel rapporto con gli States le opportunità di una svolta vincente per la propria attività d’impresa. Casi emersi nel corso della prima conferenza nazionale delle Camere di Commercio Americane – AmChamItaly – che si è svolta oggi in Sicindustria partner di Enterprise Europe Network.

Il percorso tra Sicilia e Stati Uniti è costruito su una solida rete di buoni rapporti e di buoni propositi, di cordialità reciproche e volontà di collaborazione sempre più intense, così come ha sottolineato il console per gli affari commerciali, economici e politici del consolato Usa a Napoli, Patrick Horne. Il console ha anche illustrato l’ampio spettro di servizi di consulenza e di assistenza che il programma SelectUsa mette a disposizione delle imprese italiane che vogliono investire negli Stati Uniti.

Così come l’America per gli italiani non è solo la Costa Est – ha aggiunto Simone Crolla, consigliere delegato di AmChamItalyanche l’Italia per gli americani non è solo Milano o il Nord. Le migliori energie e opportunità si trovano proprio qui, in Sicilia. E di questo si sono accorte le multinazionali Usa, che guardano a questo territorio con interesse sempre crescente”.

E poi ci sono le imprese siciliane, che guardano agli Stati Uniti in un’ottica espansiva. Secondo il vicepresidente vicario di Sicindustria, Alessandro Albanese:Gli Stati Uniti sono un mercato di riferimento per la Sicilia. È sempre maggiore il numero degli imprenditori che guarda a una prospettiva di investimenti con interesse attivo e partecipazione. Il momento è propizio, Sicindustria lavora per incentivare e promuovere accordi di sviluppo, partenariato e business tra le nostre aziende e quelle Usa”.

E Nino Salerno, delegato di Sicindustria per l’internazionalizzazione, conferma: “C’è interesse per il nostro territorio, dobbiamo essere bravi a cogliere queste opportunità per il nostro tessuto imprenditoriale. Avere celebrato la prima conferenza delle Camere di Commercio americane a Palermo e in Sicindustria è un segnale molto importante”.

L’impegno di Sicindustria è riconosciuto da Pietro Viola, rappresentante locale AmCham in Sicilia: “Ringrazio Sicindustria per il sostegno che ha dato sempre e che continua a dare ad AmCham nella sua attività a supporto degli scambi commerciali con le imprese degli States. Le aziende siciliane sono pronte a investire oltreoceano, ma non lo sanno. Occorre che aziende, professionisti, istituzioni, associazioni e banche tutti insieme facciano sistema per lo sviluppo”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco