25 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.14
Messina

Il piano di consolidamento economico-finanziario

Editoria, Gazzetta del Sud acquisisce controllo del Giornale di Sicilia

30 Ottobre 2017

La Società Editrice Sud Spa (Ses Spa), proprietaria della Gazzetta del Sud, ha acquisito la quota di controllo del Giornale di Sicilia Editoriale Poligrafica Spa.

La Ses Spa coprirà così buona parte del Mezzogiorno con una informazione completa e multimediale: due testate storiche quali Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia, le televisioni TGS e RTP, i siti web e le radio RGS e Antenna dello Stretto. Il direttore editoriale e amministratore delegato di Ses – Gazzetta del Sud, Lino Morgante, e un rappresentante dell’Italmobiliare Spa, entreranno nel CdA del Giornale di Sicilia, mentre l’editore Antonio Ardizzone diventerà azionista della Ses Spa, con una quota del 5%, e sarà cooptato nel Consiglio d’Amministrazione, mantenendo le cariche di presidente dell’Editoriale Poligrafica e di direttore del Giornale di Sicilia.

La pubblicità locale di tutte testate del gruppo continuerà a essere gestita dalla Gds Media & Communication, quella nazionale dalla RCS MediaGroup.

Antonio Ardizzone ha ceduto alla Società Editrice Sud Spa la propria quota di controllo del Giornale di Sicilia Editoriale Poligrafica Spa, nell’ottica di un piano di consolidamento economico-finanziario e di rilancio dell’attività di tutti i suoi mezzi e canali di informazione”, si legge in una nota del Gds. “Il quotidiano palermitano, fondato nel 1860 da Girolamo Ardizzone, ha deciso di unire la propria tradizione e la propria ultra secolare storia di giornale di riferimento dei siciliani con una realtà importante come la Gazzetta del Sud, oggi leader dell’informazione in Calabria – continua la nota –. Insieme, sotto la guida della Ses, le due testate – con i rispettivi siti web, le emittenti televisive Tgs e Rtp e radiofoniche Rgs e Antenna dello Stretto – costituiranno un polo multimediale capace di garantire una informazione completa per buona parte del Mezzogiorno”. 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Per chi forse ha già dimenticato

“Dottore questa volta non ce l’ho fatta, non ho fatto storie, non ho permesso a loro di attaccarmi le lunghe maniche bianche dietro la schiena, non ho voluto fare il “bastian contrario” come sempre e ho preso la loro medicina. A che serviva ancora dire che non era giusto? E poi a chi? In quanti siamo rimasti? Mi sono dovuto prostrare come tutti, mi sono dovuto distrarre, avrei dovuto imparare ad essere più ipocrita, mi sarebbe bastato vendere il mio intelletto".
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Il ricordo di Falcone: un’occasione persa per una memoria condivisa

Oggi è una di quelle date che dovrebbe essere patrimonio di tutti e invece, il ricordo del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo, e degli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, è diventato l'occasione per divisioni, distinguo, accuse, veleni, lenzuoli di protesta ai balconi e contromanifestazioni.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.