Elezioni a Carini, Tantino: "Nel mio programma anche la realizzazione di un canile" :ilSicilia.it
Palermo

Amare gli animali non è un dovere, rispettarli sì

Elezioni a Carini, Tantino: “Nel mio programma anche la realizzazione di un canile”

di
3 Agosto 2020

Il candidato sindaco del Movimento di Nello Musumeci costituisce un tavolo di lavoro con l’associazionismo animalista, per affrontare il fenomeno del randagismo dal punto di vista del rispetto e del buon senso.

“Ritengo che il cane o l’animale d’affezione in genere, debbano essere protagonisti nella lotta al problema del randagismo, perché in un consorzio sociale essi rappresentano l’anello debole che dobbiamo tutelare”. Con queste sentite parole Luca Tantino, candidato Sindaco al Comune di Carini sotto le insegne di Diventerà Bellissima, annuncia una vera e propria ‘battaglia di civiltà’ in difesa degli animali comunemente definiti randagi, percepiti nel sentire comune, molto spesso, come un pericolo o un’emergenza sanitaria.

Porsi il problema è d’obbligo per chi vuole amministrare una comunità umana e politica, ma farlo contestualmente nella tutela dei diritti dei cittadini e degli stessi animali (i cui casi di abbandono nel periodo estivo hanno raggiunto cifre esponenziali), è senz’altro un appello ai princìpi inviolabili del rispetto e della civiltà dei costumi: “Nel mio programma – continua –  prevedo la realizzazione di un canile sanitario pubblico anche in consorzio tra Comuni e totalmente finanziato con fondi europei a guida regionale, in linea con un disegno di legge di prossima approvazione all’Assemblea Regionale Siciliana.
In tale struttura sarà centrale l’adozione dell’animale d’affezione da parte dei cittadini che lo vogliano.
Nella realizzazione dettagliata di questo punto programmatico sarà per me fondamentale l’ascolto delle associazioni di volontari operanti nel settore attraverso la costituzione, a breve, di un tavolo di lavoro partecipato, perché ritengo siano le associazioni medesime le prime interlocutrici anche nella necessaria sensibilizzazione dei bambini e delle loro famiglie, nelle scuole e nelle parrocchie”.

Conclude il candidato di DB: “Per noi il randagio non sarà un problema secondario di cui non occuparsi o da affrontare con superficialità. Le convenzioni tra Comuni e canili privati o le ordinanze contingibili e urgenti diramate dalle amministrazioni su singoli casi di randagismo, rappresentano sempre più spesso una fonte di guadagno con denaro pubblico in cui il vero interesse dell’animale non è tutelato. Amare gli animali non è un dovere, rispettarli sì. È un fatto di buon senso. Ma anche di tutela della sicurezza e della salute pubblica”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin