Elezioni a Messina: spoglio a passo di lumaca, De Luca stacca Saitta :ilSicilia.it
Messina

bramanti in attesa del ballottaggio

Elezioni a Messina: spoglio a passo di lumaca, De Luca stacca Saitta

di
11 Giugno 2018

Procede a ritmi a dir poco blandi lo spoglio elettorale per le Comunali 2018 a Messina, dove si va sempre più realisticamente verso una sfida finale tra Dino Bramanti e Cateno De Luca. Le operazioni di scrutinio sono iniziate alle ore 23.30 di domenica e alle ore 17 di lunedì mancavano ancora 35 sezioni alla conclusione sulle 259 totali che sono dislocate sul territorio della Città dello Stretto. Una lentezza snervante che va di pari passo con il tour de force senza precedenti al quale viene sottoposto il personale che si sta occupando nei seggi delle attività di spoglio, ma anche per i rappresentanti di lista ed anche di snervante attesa per i concorrenti in gara per le Amministrative 2018. L’unica certezza è che Dino Bramanti ha già staccato il “pass” per il ballottaggio del 24 giugno che deciderà il nome del nuovo sindaco di Messina e adesso attende in via definitiva il nome del suo rivale.

Bramanti, al momento, è al 28,53 %, e alle spalle prosegue il testa a testa tra Cateno De Luca e Antonio Saitta. Nell’aggiornamento dello sprint politico per il ballottaggio il deputato ed ex sindaco di Santa Teresa di Riva è al 19,65 % dei voti, e guadagna un margine di vantaggio di 2 punti percentuali e mezzo su Saitta. Già sconfitti Renato Accorinti (14,30 %) e Gaetano Sciacca (13,47 %), con il sindaco uscente che scavalca il candidato del Movimento Cinque Stelle e si attesta al quarto posto, con un inutile sorpasso che non gli consentirà in nessun caso di avvicinare nemmeno la soglia necessaria per il secondo turno di voto. Peggio ancora è andata al candidato del M5S, che ha subito un’autentica débâcle.

Conclusa l’era politica di Accorinti, ora si pensa al futuro di Messina e ad una nuova stagione politica che si aprirà in qualsiasi caso tra due settimane con il duello finale tra Dino Bramanti, candidato del centrodestra, e con molta probabilità Cateno De Luca, outsider che sta avendo la meglio sul candidato del centrosinistra Saitta.

Non ci sono ancora indicazioni definitive invece per il Consiglio comunale ma sono sette le liste che superano la soglia dello sbarramento del 5 %: il Movimento 5 Stelle, tre liste di Bramanti (Ora Messina, Forza Italia e Bramanti Sindaco) e tre di Saitta (Libera Me, Pdr Sicilia Futura e Pd); nessuna tra quelle di De Luca e Accorinti. I componenti del nuovo civico consesso apparterranno quindi a queste sette liste ma per avere i nomi dei nuovi consiglieri comunali bisognerà attendere, in sostanza, la giornata di domani.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin