Elezioni Amministrative in Sicilia: è ufficiale, si vota il 4 e il 5 ottobre :ilSicilia.it

Sono 61 i comuni interessati

Elezioni Amministrative in Sicilia: è ufficiale, si vota il 4 e il 5 ottobre

di
10 Agosto 2020

Il decreto assessoriale 243, firmato oggi, indice in Sicilia le Elezioni Amministrative 2020 che si terranno il 4 e 5 ottobre (ballottaggi il 18 e il 19).

Sono 61 i Comuni interessati. Le elezioni si sarebbero dovute svolgere dal 15 aprile al 30 giugno scorso, ma sono state rinviate per via della diffusione del Covid-19.

La consultazione riguarda i comuni che andavano al voto in forma ordinaria e alcuni che sono stati aggiunti per effetto di dimissioni dei sindaci. Sono state estrapolate le posizioni di Vittoria e San Biagio Platani, sciolti per mafia, il cui scioglimento scadeva nel secondo semestre e che quindi dovranno necessariamente andare ad elezioni in un turno straordinario che va dal 15 ottobre al 15 dicembre.

Per l’assessore regionale agli Enti locali, Bernardette Grasso, “è stata rispettata la tabella di marcia che avevamo concordato. Le elezioni che per via dell’emergenza sanitaria hanno subito lo stop forzato, potranno svolgersi regolarmente il prossimo autunno”.

Il calendario delle scadenze, le circolari, le note e tutte le pubblicazioni sono consultabili sul sito istituzionale del dipartimento delle Autonomie locali della Regione Siciliana.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.