Elezioni amministrative, seggi aperti in 60 comuni siciliani :ilSicilia.it

due i capoluoghi

Elezioni amministrative, seggi aperti in 60 comuni siciliani

di
4 Ottobre 2020

Seggi aperti dalle 7 di stamane e fino alle 22 e domani dalle 7 alle 14 per gli elettori di 60 comuni siciliani chiamati a rinnovare sindaci e consigli, compresi due capoluoghi: Agrigento ed Enna.

I comuni interessati alla tornata amministrativa dovevano essere 61 ma Tremestieri etneo e’ stato escluso dal voto a causa di illeciti penali rilevati dalla magistratura nella raccolta e autenticazione delle firme. A Enna sono cinque i candidati a sindaco compreso l’uscente, Maurizio Dipietro. Dodici le liste di appoggio e 283 gli aspiranti alla carica di consigliere comunale per 24 seggi da assegnare.

Ad Agrigento si ricandida l’uscente Lillo Firetto, sostenuto da sette liste di centrosinistra, che dovra’ vedersela con altri cinque candidati, tra i quali domina un blocco di concorrenti del centrodestra a partire dall’ex sindaco Marco Zambuto.

Tra gli altri comuni al voto anche Marsala, Termini Imerese, Barcellona Pozzo di Gotto e Milazzo.

++AGGIORNAMENTO++

Nei sessanta Comuni siciliani chiamati a rinnovare le amministrazioni, alle ore 12 ha votato l’11,98% degli elettori. Il dato e’ stato reso noto dalla Regione Siciliana.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin