Elezioni anticipate: ecco i tre possibili scenari | FOTO :ilSicilia.it

verso il voto?

Elezioni anticipate: ecco i tre possibili scenari | FOTO

di
9 Agosto 2019
Ipotesi 1: Centrodestra Unito
Ipotesi 2: Lega da sola
Ipotesi 3: Lega + FdI

Scorri le foto in alto

Sono tre i possibili scenari nell’ipotesi di elezioni anticipate. In base alle simulazione di YouTrend, in ciascuna delle tre si prospetta un successo per la Lega di Matteo Salvini.

Le tre diverse possibili ripartizioni dei seggi della Camera e del Senato sono state elaborate sui dati dell’ultima Supermedia di AGI/YouTrend dello scorso 1 agosto.

  •  SCENARIO 1: il centrodestra, qualora si presentasse unito come il 4 marzo 2018, avrebbe la maggioranza dei due terzi in entrambe le Camere. Un esito schiacciante: il gruppo di opposizione più consistente sarebbe quello di centrosinistra (cioè del Partito Democratico, unico partito dell’area progressista con più del 3% dei voti) con 119 seggi alla Camera e 57 al Senato, mentre il Movimento 5 Stelle eleggerebbe solo 81 deputati e 40 senatori.
  • SCENARIO 2: la Lega, se corresse da sola, sarebbe ampiamente il partito di maggioranza relativa, ma per governare dovrebbe appoggiarsi al resto del centrodestra. I numeri dicono che il Carroccio – da solo – non sarebbe sufficienti a formare una maggioranza.
  • SCENARIO 3: qualora Lega e Fratelli d’Italia corressero insieme, questo fronte sovranista otterrebbe la maggioranza per governare autonomamente sia alla Camera che al Senato.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin