Elezioni, Caterina Chinnici a Corleone e Castelvetrano: "Prossimo obiettivo una normativa UE antimafia" :ilSicilia.it

LE DICHIARAZIONI DELLA CAPOLISTA PD PER LE ISOLE

Elezioni, Caterina Chinnici a Corleone e Castelvetrano: “Prossimo obiettivo una normativa UE antimafia”

di
18 Maggio 2019

Con le leggi dell’UE sulla procura europea e sulla confisca preventiva abbiamo portato a un livello più alto la normativa di contrasto alle organizzazioni criminali, le cui attività hanno ormai consolidata dimensione transnazionale. Sono questi gli strumenti legislativi necessari, oggi anche su scala europea. Adesso esistono, e l’azione antimafia nel nostro Paese potrà averne beneficio. Tengo molto a confermare il mio impegno proprio in questi luoghi, dove tra le difficoltà emergono energie positive. Se rieletta, lavorerò a una nozione giuridica europea di organizzazione criminale, necessaria per arrivare a una specifica normativa antimafia europea”.

L’incontro a Corleone

Così Caterina Chinnici, capolista PD per le Isole alle elezioni europee, ha parlato ai cittadini di Corleone e poi ai cittadini di Castelvetrano, sottolineando che “la legalità è condizione indispensabile per qualsiasi forma di sviluppo economico e sociale”.

A Corleone, nella sala del Museo civico Pippo Rizzo, con l’europarlamentare di S&D c’era anche Carmelo Miceli, deputato nazionale del PD. A fare gli onori di casa il sindaco Nicolò Nicolosi, l’assessore Salvatore Schillaci e il presidente del Consiglio comunale Pio Siragusa.

A Castelvetrano, nella sede del PD, Caterina Chinnici è giunta dopo altri due incontri tenuti a Salemi, con Leonardo Ciaccio, anche lui candidato PD, e il deputato regionale Baldo Gucciardi, e poi a Marsala dove oltre, a Gucciardi, sono intervenuti il capogruppo PD all’Assemblea regionale siciliana Giuseppe Lupo e Teresa Piccione, deputato nazionale e componente della direzione nazionale del PD.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Credete che stiano dormendo?”

Non voglio ritornare a quel mondo malato, Io mi auguro di venirne fuori, quantomeno fisicamente, ma dovremmo fare un patto, un vero patto collettivo affinché si prenda insegnamento di tutto quanto ciò e si possa per una volta dire: “mai più!”. La riflessione di Epruno.
Balzebù
di Balzebù

M5S, la nuova spaccatura che sa di rottura definitiva del giocattolo

E’ cominciata molto prima del previsto la parabola discendente del Movimento 5 stelle. Probabilmente, non arriverà neanche alle prossime elezioni. Il disfacimento della creatura di Beppe Grillo è sotto gli occhi tutti. Ma nessuna sorpresa: un partito fondato soltanto sulla protesta non poteva avere un futuro

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin