16 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 11.07
Siracusa

dopo il ricorso del candidato sindaco

Elezioni comunali a Siracusa 2018: falle, incongruenze e contraddizioni

23 Agosto 2019

Elezioni amministrative 2018 è tutto un addivenire con la sentenza del Tribunale amministrativo regionale il quale ha deciso a seguito del ricorso presentato dall’ex candidato sindaco, Ezechia Paolo Reale, una “Verificazione”.

Cioè riconteggiare i voti delle tre sezioni: 07, 82 e 70 per le gravi irregolarità riscontrate e di verificare ben 70 sezioni su 123 complessive da constatare il numero dei votanti con i voti espressi nonché l’incriminata sezione 116 dove sono stati riscontrati 200 voti in più rispetto ai votanti. Insomma “voti fantasma” come dice Reale. Il Tar che dovra esprimersi a novembre prossimo ha giudicato la possibile presenza di gravi irregolarità.

Il candidato Ezechia Paolo Reale nel ricorso ha evidenziato in svariate sezioni circostanze che farebbero pensare, se verificate, “a possibili casi di voti fantasma o addirittura inventati, senza escludere addirittura diversi episodi di schede ballerine, di schede cioè introdotte nell’urna dopo essere state votate da persone estranee al seggio elettorale. E’ utile precisare che ben 31 presidenti di sezione si sono dimessi prima dell’insediamento dei seggi, di cui 7 sono stati di nomina della corte d’appello e i rimanenti 24 di nomina diretta del sindaco“.

E a quanto pare questa verifica c’è stata. 148 pagine a firma del viceprefetto, Giuseppe Sindona, il quale è stato delegato alle “operazioni di verificazione elettorale, disposte dal Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia (sezione staccata di Catania ndr)”. Nelle pagine della relazione sembrerebbero esserci numerose incongruenze, falle e contraddizioni.

L’ex assessore all’agricoltura Reale ha peraltro denunciato il fatto alla Procura di Siracusa che è seguito a ruota da un atto d’accusa da parte del presidente dell’ufficio centrale elettorale: il dottor Paolo Maiorana.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.