Elezioni, Crosetto (FdI): "Tentativo di delegittimare Meloni. Si parli di contenuti" CLICCA PER IL VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

le dichiarazioni

Elezioni, Crosetto (FdI): “Tentativo di delegittimare Meloni. Si parli di contenuti” CLICCA PER IL VIDEO

di
23 Settembre 2022


GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Oggi iniziativa elettorale al Teatro Massimo di Palermo di Guido Crosetto, cofondatore di Fratelli d’Italia, alla presenza della deputata nazionale e vicesindaco Carolina Varchi, del coordinatore provinciale del partito Raoul Russo.

Rispondendo ai cronisti a Palermo, “È stata una campagna elettorale incentrata sul passato per dire arriva il mostro e delegittimare Giorgia Meloni, non si è parlato di contenuti. La delegittimazione è anche fuori dai confini nazionali facendo un danno drammatico all’Italia anche perché Meloni sarà premier e la politica sarà riuscita a inquinare i pozzi”.

“Io sono garantista, mi chiedo perché questo provvedimento di arresto non sia stato emesso tre mesi fa, o un mese fa ed è invece arrivato a pochi giorni dal voto. Quando accadono episodi con queste tempistiche, rimane l’amaro in bocca, penso ad una giustizia staccata da alcune logiche”, ha aggiunto Crosetto commentando gli arresti domiciliari per corruzione, eseguiti ieri dalla squadra mobile di Catania, di Barbara Mirabella candidata alle regionali in Sicilia con il partito di Giorgia Meloni.

In merito al tema delle opere pubbliche, “In Italia in media ci vogliono 15 anni per realizzare un’opera pubblica, il Pnrr – dice Crosetto – “impone 5 anni per cui siamo di fronte a una sfida epocale. La Francia le realizza in 4 anni, anche l’Italia può farlo”.

Il cofondatore di Fratelli d’Italia ha poi affrontato, a margine di una conferenza stampa, il tema del caro bollette “Sul tetto unico al prezzo del gas non ci si sta muovendo, vedo aziende che chiudono e vedo che in Europa altri stati mettono il prezzo massimo e la differenza lo mette lo Stato, bisogna farlo anche noi e in fretta”. “E’ un metodo che può usare questo Governo, il prossimo rischia di arrivare troppo tardi, perché si insedierà fra un mese e mezzo ed è troppo tardi – ha aggiunto Crosetto – se le aziende chiudono perdono il mercato, sarebbe inutile intervenire poi”.

Penso che ci sarà un passaggio di consegne esemplare tra l’attuale governo e il prossimo. Riconosco al premier Draghi un grande senso delle istituzioni e questo impedirà ogni tipo di speculazione”. Così Guido Crosetto (FdI) ha risposto ai cronisti, a Palermo, che gli hanno chiesto se tema eventuali ingerenze di poteri economico-finanziari stranieri su un eventuale governo a guida Giorgia Meloni. “Il nostro problema – ha aggiunto – è il debito pubblico, Meloni ha chiaro quale sia la porta giusta. Sull’Italia c’è una speculazione inattesa e dipenderà dal futuro governo fermarla”

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Cosa porterei con me nel futuro? Di certo una penna,

In un epoca condizionata dall'uso della videoscrittura o dei messaggi sui social io mi tengo stretto la mia penna a sfera e per questo certo che quando i computer andranno in crac la penna continuerà a scrivere fin quando avrà inchiostro.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv