Elezioni Tremestieri, Falcone: "Dopo 16 anni Forza Italia torna al Consiglio" :ilSicilia.it
Catania

la dichiarazione

Elezioni Tremestieri, Falcone: “Dopo 16 anni Forza Italia torna al Consiglio”

di
16 Marzo 2021

Dopo ben sedici anni, Forza Italia torna a sedere nel Consiglio comunale di Tremestieri Etneo. Merito di una squadra le cui qualità sono state riconosciute e apprezzate dall’elettorato, consegnandoci questo risultato davvero storico. Riportiamo il nostro simbolo dove è giusto che stia. Congratulazioni alla neoeletta Veronica Fisichella e a tutti i candidati della nostra lista per un’affermazione che ci rende orgogliosi“, afferma il commissario di Forza Italia a Catania e provincia, Marco Falcone, commenta così l’esito delle elezioni amministrative tenutesi a Tremestieri Etneo fra domenica e lunedì.

Vogliamo altresì complimentarci con il sindaco Santi Rando – prosegue Falcone – per una vittoria che non lascia spazio a dubbi, su cui Forza Italia ha creduto fin da subito. Ora tutti a lavoro per la città. Confermiamo la crescita del partito a Catania e provincia, quale punto di riferimento liberale e popolare presente in tutti i Comuni, aperto a chiunque voglia scendere in campo nel nome del fare – conclude il commissario FI – come motore di proposta e di buongoverno“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin