7 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.28
Palermo

oggi vertice al dipartimento acqua e rifiuti

Emergenza a Bellolampo, Pierobon: “La Rap rispetti le ordinanze del comune di Palermo”

20 Settembre 2019

Più attenzione ai rifiuti in uscita dalla discarica di Bellolampo a Palermo, un’area per effettuare la cernita del materiale, tempi rapidi per potenziare il trattamento in discarica.

Al termine di un lungo vertice che si è tenuto al Dipartimento regionale Acque e rifiuti sono state portate avanti diverse proposte per superare alcuni problemi e garantire un progressivo ritorno alla gestione ordinaria.

Presenti Regione, Comune, Rap, Arpa, Srr, Città metropolitane e i gestori degli impianti. Se i rifiuti che si sono accumulati nei piazzali continueranno a essere trasferiti negli impianti di trattamento individuati dal Dipartimento, diretto da Salvatore Cocina, resta il nodo dei rifiuti che invece vanno trattati sul posto prima di essere trasferiti in altre discariche.

La Rap rispetti le ordinanze del Comune – dice l’assessore regionale all’Energia e servizi di pubblica utilità, Alberto Pierobon – le disposizioni dell’amministrazione locale dovrebbero consentire nel giro di alcuni mesi di ritornare a una situazione di normalità, ma non possiamo consentire altri passi falsi. Serve maggiore attenzione al rifiuto in uscita, da un primo esame visivo è possibile già rilevare la presenza di materiali che verrebbero respinti dai siti di destinazione. Ogni viaggio dei camion senza esito rappresenta una spesa a vuoto e giorni di lavoro gettati al vento. All’inizio della prossima settimana convocheremo un altro tavolo pensando anche alla raccolta differenziata e agli altri interventi necessari“.

Nei prossimi giorni la Rap ha assicurato che effettuerà degli interventi per potenziare gli impianti di trattamento e fornirà un cronoprogramma settimanale dei rifiuti gestiti.

Tag:
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.