Emergenza amianto, a Palermo boom di casi. Cgil: "Fermare strage invisibile della polvere killer" :ilSicilia.it
Palermo

Creato uno sportello informativo

Emergenza amianto, a Palermo boom di casi. Cgil: “Fermare strage invisibile della polvere killer”

di
10 Gennaio 2018

A Palermo la Cgil ha deciso di dar vita a uno sportello amianto “per dare risposta a un’emergenza che si allarga e che viene riscontrata a tappeto in tante categorie, dagli edili ai metalmeccanici, nella scuola, tra gli agricoltori, i pensionati, le industrie chimiche”.

Il progetto è stato varato nel corso di un incontro con tutte le categorie e le Camere del lavoro zonali, al quale hanno partecipato Giuseppe Iannilli, responsabile bonifiche e amianto della Cgil nazionale, e Massimo Marcelli, del dipartimento salute e sicurezza della Fiom nazionale. Un’emergenza, come è stato denunciato, che non riguarda solo i lavoratori ma tutti i cittadini. Lo confermano i dati, riportati oggi da Giuseppe Iannilli: “Diventa sempre più alta – ha detto – la percentuale di malati contagiati dall’amianto nell’ambiente in cui vivono e non sul lavoro. In provincia di Palermo, secondo il registro mesoteliomi, ci sono 1306 i malati ufficiali di asbestosi, di cui 232 rilevati nella città di Palermo. E ci sono 64 probabili e 61 possibili malati di asbestosi non per motivi di lavoro ma per contaminazione di origine ambientale, ovvero in totale 125 persone”.

E aggiungono ancora: “In continuità con l’iniziativa del luglio scorso al Santa Cecilia, “Amianto, la strage invisibile”, la Cgil Palermo aprirà presto lo sportello No amianto “per spezzare il silenzio sulla polvere killer e lanciare in città il tema della sicurezza e della salute nei posti di lavoro, riaccendendo i fari su una tra le più temute malattie professionali”. 

“Chiediamo che Palermo diventi nel 2018 capitale della cultura del lavoro, della prevenzione e della sicurezza. Al centro del dibattito di Palermo capitale della cultura la Cgil porrà come tema la qualità della vita dei cittadini – dice il segretario generale della Cgil di Palermo, Enzo Campo – Il problema dell’esposizione all’amianto riguarda tutti, non solo i cantieri edili e le industrie metalmeccaniche ma anche edifici scolastici, uffici, palazzi, giardini e non può più essere sottovalutato. Da qui la necessità di agire in rete e organizzare una vertenzialità strategica per sollecitare le istituzioni affinché adottino le misure opportune per dare risposte in tema di sicurezza e di prevenzione”.

Lo sportello, secondo il progetto, sarà inserito all’interno del patronato Inca Cgil, per raccogliere le denunce, informare i lavoratori e i cittadini sui rischi dell’esposizione all’amianto, assistere nelle pratiche di patronato, legali e amministrative, comunicare con enti pubblici associazioni e aziende al fine di creare una rete di soggetti impegnati a diffondere informazioni e a erogare servizi per la tutela dal rischio-amianto. Domani la Fiom Cgil Palermo terrà un seminario informativo sul rischio amianto con le Rsu e le Rsa.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.