Emergenza incendi: Petralia Soprana divorata dalle fiamme | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

il fatto

Emergenza incendi: Petralia Soprana divorata dalle fiamme | FOTO

di
31 Luglio 2021

GUARDA LE FOTO IN ALTO

Giorni infernali per Petralia Soprana. Le fiamme hanno divorato parte del territorio lambendo centri abitati e distruggendo alberi secolari e tanta vegetazione. Dopo l’incendio che per due giorni ha interessato varie contrade si pensava che il peggio fosse passato e invece oggi pomeriggio un altro focolaio è scoppiato sempre nella borgata di Raffo. Dopo ore di preoccupazione per le abitazioni della borgata e del quartiere “Acquamara” che è stato evacuato, il fuoco è stato spento, così come quello di ieri, grazie all’intervento dei cittadini che si sono adoperati in ogni modo utilizzando trattori ed anche mezzi di fortuna, alla protezione civile comunale, quella di Gangi e Petralia Sottana, ai vigili del fuoco, uomini e mezzi della forestale.

Anche quello di oggi come quello dell’altro ieri, sicuramente doloso, è partito alle porte della frazione Raffo dalla strada che conduce alla miniera di salgemma.

Giovedì, l’orario non ha consentito l’arrivo di mezzi aerei e questo ha reso tutto più difficile perché le fiamme si sono subito distribuite su un’area che non era facilmente raggiungibile dai mezzi e dagli uomini giunti sul posto. Lingue di fuoco alte più di quattro metri hanno avvolto l’intera contrada “Bonicozzo” arrivando alle porte delle abitazioni sparse nella contrada presidiate dai vigili del fuoco. Per tutta la serata di l’altro ieri uomini e mezzi hanno lottato contro le fiamme cercando di controllare l’avanzare dell’incendio che ha anche interessato il vallone tra la borgata Salinella e la contrada “Serradama” distruggendo tanta macchia mediterranea e alberi secolari. Un inferno che si è potuto spegnere solo l’indomani con il supporto di un elicottero e l’arrivo dei canadair. Nel pomeriggio aveva ripreso ma è stato spento definitivamente. Oggi il copione si è ripetuto facendo vivere agli abitanti della frazione di Raffo un altro pomeriggio di paura. In mezzo alle fiamme è rimasta bruciata oltre alla fauna anche alcuni animali. Non si sono registrati danni a persone.

“È doveroso ringraziare – afferma il sindaco Pietro Macaluso e il presidente del Consiglio Leo Agnello – tutti coloro che si sono impegnati dal pomeriggio di giovedì’ 29 luglio fino ad oggi pomeriggio. Cittadini, protezione civile comunale e quella di Gangi e di Petralia Sottana, la Forestale e il suo comandante, i carabinieri, i vigili del fuoco, l’associazione di volontariato Misericordia di Bompietro e la PAIM di Petralia Sottana e anche l’on. Cordaro per il suo interessamento.”

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Dagli sceneggiati alle serie TV

Mi sono avvicinato alla serialità televisiva negli anni 70, quando esisteva solo la Rai che trasmetteva con grande successo di ascolti, quelli che a quei tempi venivano chiamati sceneggiati tv
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin