Emergenza infinita al cimitero dei Rotoli. Marchese: "Le ordinanze non risolveranno il problema" :ilSicilia.it
Palermo

le parole dell'ex comandante dei vigili urbani

Emergenza infinita al cimitero dei Rotoli. Marchese: “Le ordinanze non risolveranno il problema”

di
29 Settembre 2020

Vige la massima riservatezza da parte dell’amministrazione comunale in merito agli esposti che il sindaco e alcuni funzionari hanno inviato alla procura di Palermo in merito all’emergenza del cimitero dei Rotoli.

Gli esposti avrebbero più firme: alcuni sarebbero stati stilati direttamente dal sindaco Orlando, altri, a quanto pare, avrebbero in calce quella dei dirigenti responsabili del settore. Gli esposti presentati alla procura di Palermo sono almeno tre. Sembra che uno riguardi dei resti ossei abbandonati fra le sepolture dopo la esumazioni al cimitero. La denuncia è arrivata a seguito di una segnalazione di un cittadino. Durante un sopralluogo della direzione cimiteriale vennero scoperti dei frammenti ossei abbandonati fra sterpaglie e rifiuti.

Nel frattempo la situazione emergenziale al cimitero dei Rotoli sembra non sbloccarsi. Il primo cittadino giorni fa ha emanato la quinta ordinanza in meno di due mesi, dopo le dimissioni dell’assessore ai Servizi cimiteriali Roberto D’Agostino. Non riuscendo a risolvere in tempi brevi l’emergenza al cimitero dei Rotoli gravata dall’accumulo di feretri in deposito, a causa della carenza di sepolture, ha deciso di disporre nuovi provvedimenti.

La rotazione del personale amministrativo e la nomina di un nuovo dirigente ai Servizi cimiteriali, sono due fra i punti cardine della nuova ordinanza sindacale. Secondo alcune indiscrezioni, ritorna in campo l’ex dirigente Ferdinando Ania, in passato già responsabile del servizio ma rimosso dopo la nomina dell’assessore D’Agostino. Resta confermato il nome di Antonino Pavia, dirigente facente funzioni di direttore. Ma al di là della nuova ordinanza il problema del numero delle salme rimane invariato.

Un parere critico sulla gestione dell’amministrazione comunale della vicenda arriva daler l’ex comandante ad oggi in pensione Gabriele Marchese, secondo cui il metodo per uscire dalla emergenza dei Rotoli esiste, ma è distante dalle ordinanze emanate dal sindaco Orlando. “Le ordinanze non sono risolutive al problema. Basta guardare come ho risolto anni fa l’emergenza. E’ lì la soluzione“, Afferma a IlSicilia.it Marchese.

Gabriele Marchese era stato proposto dal primo cittadino come commissario al cimitero dei Rotoli dopo l’indagine giudiziaria su presunti episodi di corruzione nella gestione delle sepolture dei defunti. Ma alla fine il professore ha dirottato la sua scelta verso altri lidi. L’ex comandante della Polizia Municipale nel 2011 ha ricoperto il ruolo di direttore degli “Impianti cimiteriali del Comune“. In soldoni Marchese in quegli anni ha risolto l’emergenza bare, usando i posti liberi delle cappelle gentilizie temporaneamente requisiti ai proprietari.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Il senso del rossetto

Mi ostino a truccare le mie labbra con il rossetto, anche se in pochi lo vedranno. Si tratta di un atto di ribellione al clima che viviamo e a quella me stessa che, durante il lockdown, indossava sempre gli stessi vestiti ed era arrivata al fondo della sua sciatteria? Ebbene, eravamo solo agli inizi
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.