Emergenza rifiuti a Palermo, da oggi l'immondizia rischia di restare in strada | ilSicilia.it :ilSicilia.it

respinti i camion, 30 mila tonnellate in più a bellolampo

Emergenza rifiuti a Palermo, da oggi l’immondizia rischia di restare in strada

30 Settembre 2019

Nuova emergenza rifiuti a Palermo. Da oggi l’immondizia del capoluogo siciliano rischia di restare in strada. La notizia l’hanno data i vertici Rap che avvertono che i rifiuti si stanno accumulando pericolosamente: “E’ un dramma”, ha detto l’amministratore dell’azienda Giuseppe Norata.

Nel piazzale antistante la discarica, infatti, giacciono oltre 30mila tonnellate di rifiuti e non si sa più dove accatastarli in attesa della fine dei lavori. Tuttavia si attende l’apertura, anche parziale, della settima vasca della discarica.

A far precipitare la già difficile situazione, l’ennesimo lo stop delle discariche di Catania e Siracusa che accolgono i camion provenienti da Bellolampo. La motivazione è che resta ancora troppo alto il residuo umido nella frazione secca.

E per oggi, il prefetto di Palermo Antonella De Miro ha convocato un vertice urgente con il presidente della Regione e il sindaco di Palermo per trovare una soluzione a una situazione non più sostenibile.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.