Emergenza sbarchi a Lampedusa, arrivate altre due imbarcazioni :ilSicilia.it
Agrigento

nel giro di poche ore

Emergenza sbarchi a Lampedusa, arrivate altre due imbarcazioni

di
4 Giugno 2020

Due sbarchi nel giro di poche ore a Lampedusa (AG), con oltre un centinaio di migranti. La prima imbarcazione con una cinquantina di persone è approdata direttamente a terra, a Cala Madonna. La seconda, con circa altre sessanta migranti a bordo, è stata raggiunta a poche miglia dall’Isola dalle motovedette della Capitaneria di Porto.

Nel giro di circa un’ora sono sbarcati complessivamente 104 migranti. Un gruppo di 58 subsahariani e qualche egiziano a bordo di un gommone ha rischiato di affondare. Erano a diverse miglia a sud di Lampedusa quando sono stati soccorsi, e di fatto salvati, da una motovedetta della Guardia costiera.

Poco dopo sono stati intercettati a terra – erano appena sbarcati autonomamente – complessivamente 46 subsahariani, qualche bengalese e un egiziano. Tutti, dopo i primi controlli medico-sanitari che avvengono su molo Favarolo, verranno portati all’hotspot di contrada Imbriacola.

Dal centro d’accoglienza, stamani, erano stati trasferiti – con il traghetto di linea che arriverà in serata a Porto Empedocle 29 tunisini.

il governatore della Sicilia Nello Musumeci, in merito ai continui sbarchi di Lampedusa che si sono susseguiti in queste ultime settimane e all’hotspot strapieno, ha proposto di “tenere a disposizione ormeggiata in rada una nave per i migranti perché il centro è strapieno. Una nave che avesse tutti i servizi necessari per consentire gli immigrati di essere ospitati”.

Ha inoltre dichiarato che “al momento i paesi membri dell’unione europea non ci sono vicini.  Questo è un tema che va affrontato dal governo nazionale“.

Si attendono aggiornamenti.

Leggi anche

Lampedusa, Musumeci: “Il centro di accoglienza è strapieno, propongo una nave per i migranti”

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.