Emergenza torrenti: a Letojanni piano di interventi da 10 milioni :ilSicilia.it
Messina

Il Comune vuole accelerare le procedure

Emergenza torrenti: a Letojanni piano di interventi da 10 milioni

di
28 Agosto 2019

Si avvicina la stagione delle piogge e a Letojanni, cittadina che insieme a Taormina e Giardini rappresenta il “cuore” del primo polo turistico siciliano, la casa municipale prova ad accelerare i tempi per la necessaria messa in sicurezza dei torrenti che puntualmente hanno sempre rappresentato un incubo ad ogni inverno. Letojanni nel recente passato è stata funestata anche da tragici eventi. L’obiettivo è quello di provvedere alla sistemazione tramite opere di regimentazione idruaulica e alla messa in sicurezza di quattro corsi d’acqua che diventano delle autentiche “bombe ecologiche” ogni qualvolta imperversa il maltempo. L’emergenza riguarda, in particolare, i torrenti Sillemi, Andreana, Leto e Papale, che nel periodo della bassa stagione tengono in apprensione le zone abitate della cittadina turistica.

Si tratta di un piano di interventi da complessivi oltre 10 milioni di euro sul quale il sindaco Alessandro Costa sta andando in pressing sui preposti uffici della Regione per affrettare la definizione delle relative procedure. L’Ufficio contro il dissesto idrogeologico della Regione, guidato dal governatore Nello Musumeci e diretto da Maurizio Croce, ha avviato in tal senso proprio nei giorni scorsi l’iter per mettere in sicurezza il “Papale”, che nel 2016 esondò creando gravi danni a Letojanni.

In tal senso è già stata pubblicata la gara concernente l’affidamento delle indagini geologiche e geognostiche e l’elaborazione del progetto esecutivo dei lavori, finanziati al Comune per 2 milioni 270 mila euro. Questa procedura arriverà a una svolta tra due settimane, con la data del 12 settembre che è quella entro la quale verranno presentate le domande per la gara. La risagomatura di questo torrente è molto attesa per mitigare i rischi ambientali.

Per quanto concerne il Sillemi, ci sono invece i fondi messi a disposizione dalla Protezione Civile e si prospettano opere da 2 milioni 200 mila euro, mentre per l’Andreana si tratterà di lavori da 2 milioni e 700 mila euro, ed a questi si aggiunge il previsto piano di interventi da 3 milioni per il Leto, oltre a quelli del Papale.

“Su tutti i vari fronti in essere – ha evidenziato il sindaco Alessandro Costa – stiamo cercando di far sì che le procedure possano concretizzarsi nel più breve arco di tempo possibile e ovviamente questo dipende soprattutto dagli uffici di Palermo, con i quali siamo in costante contatto. Ci sono le risorse per effettuare i necessari interventi e la volontà, ma soprattutto l’impegno concreto in atto, è quello finalizzato a riuscire finalmente ad effettuare questi lavori che consentirebbero alla nostra comunità di avere una maggiore tranquillità a fronte delle criticità ambientali sinora in essere”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro