15 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 10.55

Vittima l'intero Mediterraneo

“En Kai Pan”, il depauperamento della Grecia è solo l’ultimo atto di violenza alla bellezza | VIDEO

31 Luglio 2018

Guarda il video della sesta puntata in alto 

Nella sesta puntata di “En Kai Pan“, la rubrica de ilSicilia.it, torniamo a parlare di Grecia all’indomani del catastrofico incendio che ha colpito la nazione, considerata la culla della civiltà occidentale, con sviluppi umani e civili aberranti.

Questa settimana conversiamo insieme alla giornalista Rosa Guttilla, parlando di “spoliazione“, atteggiamento che sistematicamente, tutt’oggi, depaupera popoli e nazioni. La Grecia è solo l’ultimo esempio di questa spiacevole azione, che ha colpito tra l’altro anche l’Africa, in nome del “bene della cultura”.

francois mauriac

Cerchiamo di entrare nel tema approfondendo le conseguenze che ne derivano: dalle colonie africane, citando il testo di François MauriacBloc-notes” che segnò tutti i crimini agiti dai francesi all’epoca, per arrivare al Ku Klux Klan.

L’interrogativo ricorrente, guardando alla storia che tristemente si ripete, è perché accade tutto ciò?

La mia risposta è: “La bellezza non è molto gradita, perché crea situazioni di dissesto all’interno del vivere sociale”.

Quando nel 1492 il re di Spagna decise un pogrom contro gli Ebrei i palermitani si rifiutarono di partecipare accompagnando in lacrime i gruppi di ebrei al porto.

Un’ultima riflessione riguarda la proposta di “austerità”, vista come soluzione da alcuni Stati europei, che in realtà come aveva già sottolineato Jean-Jacques Rousseau nella nona delle “Lettere della Montagna” porta al mero arricchimento di pochi.

La sesta puntata di En Kai Pan è l’ultima prima della pausa estiva; la rubrica tornerà a settembre con nuovi e interessanti temi di approfondimento.

 

 

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Prendiamo consapevolezza

Un consiglio da affidare alle suppliche a Santa Rosalia: mettiamo da parte gli slogan, i “nemici da cuntintizza”, gli specchietti per le allodole, prendiamo consapevolezza per una volta che siamo nella merda. Lavoriamo per coprire il gap che ci separa dalle grandi città e un domani sarà tutto consequenziale, anche il pallone.
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.