Energia pulita, a Palermo un concentratore di energia solare con ottimi risultati :ilSicilia.it
Palermo

futuro green

Energia pulita, a Palermo un concentratore di energia solare con ottimi risultati

di
16 Settembre 2018

Oltre 54 megawatt/ora di energia elettrica su base annua, pari al fabbisogno di 20 famiglie composte da quattro persone, prodotta su 80 metri quadrati di suolo, appena un quarto della superficie necessaria per un impianto fotovoltaico di uguale capacità.

A dodici mesi dall’avvio della sperimentazione, i dati del prototipo di concentratore di energia solare in funzione all’interno della cittadella universitaria di viale delle Scienze a Palermo sono stati presentati durante il “Forum internazionale sulla ricerca e le tecnologie per la società e l’industria” (RTSI), organizzato dalla sezione italiana della prestigiosa Institution of Electrical and Electronic Engineering (IEEE) e patrocinato anche dall’Ordine degli Ingegneri della provincia di Palermo insieme con l’Università degli studi.

A illustrare i risultati è stato il presidente dell’Ordine Vincenzo Di Dio, Energy manager dell’ateneo palermitano e ricercatore presso il dipartimento di Energia, Ingegneria dell’informazione e Modelli matematici (Deim), nei cui spazi esterni si trova installato il dispositivo.

“Si tratta di una nuova frontiera tecnologica nella produzione di energia pulita da fonti rinnovabili – sottolinea Di Dio – e il modello realizzato nel campus universitario è l’unico esemplare di queste dimensioni in Europa, oltre che il primo collegato alla rete elettrica. L’impianto ha una struttura verticale di forma parabolica con un sistema di specchi che convoglia l’irradiazione solare verso il punto centrale, dove un motore Stirling, per effetto del riscaldamento, la converte in energia meccanica che viene poi trasformata in energia elettrica attraverso un alternatore”.

“Tutto questo – aggiunge – senza emissioni inquinanti di alcun tipo e con un impiego di suolo molto ridotto considerato che, per produrre la stessa quantità di energia del concentratore, un normale sistema fotovoltaico dovrebbe avere 60 kilowatt di potenza e occupare una superficie quasi quattro volte maggiore, cioè 300 metri quadrati. Le prospettive innovative stanno inoltre nella possibilità di recuperare i residui termici del processo per fornire riscaldamento e acqua calda sanitaria, di sviluppare il funzionamento dell’impianto anche con biocombustibile ricavato da biomasse e in altre combinazioni che stiamo studiando e che ci proiettano verso nuovi modelli di produzione e immagazzinamento dell’energia”.

Il forum RTSI, che per questa sua quarta edizione ha scelto il capoluogo siciliano, ha chiamato a raccolta dall’Italia e dal mondo professionisti, ricercatori, start-up ed esponenti del mondo produttivo per discutere, fra l’altro, di sviluppo sostenibile, industria 4.0 e reti intelligenti. Il programma scientifico degli incontri si è aperto lunedì 10 ed proseguito fino a giovedì 13. Oltre alle sessioni tecniche e industriali, nel corso delle quattro giornate si sono svolti tutorial, dimostrazioni, riconoscimenti ed eventi speciali.

“Le innovazioni nella scienza e nell’ingegneria elettrica, elettronica e dell’informazione hanno radicalmente trasformato la nostra la società negli ultimi decenni – osservano i due presidenti generali del forum, Guido Ala (professore associato del DEIM) e Tiziana Tambosso (presidente di IEEE Italia) e anche le economie ne sono continuamente modellate. Gli scopi principali di RTSI sono promuovere e rafforzare i partenariati tra mondo accademico e industria, accrescere la consapevolezza del pubblico su come l’ingegneria e la tecnologia possano influenzare positivamente la qualità della vita, promuovere il dialogo tra la comunità di ricerca e gli organismi governativi, diffondere progressi recenti, scoperte o applicazioni, discutere idee e stimolare la cooperazione tra ricercatori che lavorano in aree di ricerca diverse”.

LEGGI ANCHE

Unipa e rinnovabili. Ecco il concentratore solare da record, unico in Europa [FOTO]

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.