Enna: 18enni usano il "Bonus Cultura" per comprare cellulari, 205 denunce :ilSicilia.it
Enna

MULTE PER OLTRE 230MILA EURO

Enna: 18enni usano il “Bonus Cultura” per comprare cellulari, 205 denunce

di
25 Settembre 2020

Con i 500 euro annuali del Bonus Cultura hanno comprato telefonini, tablet e personal computer. Le somme erogate dal Ministero per i Beni e le Attivita’ Culturali dovevano servire, però, per acquistare libri, musica, biglietti per concerti, mostre e cinema. Così 205 neodiciottenni della provincia di Enna sono stati scoperti dalle Fiamme Gialle di Piazza Armerina a seguito di una indagine durata alcuni mesi.

Al centro della truffa, dell’ammontare di circa centomila euro, una società di Barrafranca (EN), a cui i ragazzi – beneficiari del bonus cultura – si sono rivolti per spendere irregolarmente il loro voucher per apparecchi tecnologici, documentando fittiziamente una serie di acquisti di E-book.

Ai 205 utilizzatori del bonus, che hanno acquistato prodotti difformi da quelli ammessi al beneficio, sono state contestate sanzioni amministrative per oltre 230.000 euro, mentre il legale rappresentante della società coinvolta è stato denunciato alla Procura per indebita percezione di contributi erogati a soggetti privati ai danni dello Stato.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.