Ennesima tegola nella giunta Orlando. L'assessore con delega ai Cimiteri fa un passo indietro :ilSicilia.it
Palermo

lascia d'agostino

Ennesima tegola nella giunta Orlando. L’assessore con delega ai Cimiteri fa un passo indietro

di
16 Luglio 2020

La giunta Orlando perde un altro pezzo. Si è dimesso l’assessore Roberto D’Agostino. Dopo l’assessore alle Culture Adham Darawsha,  D’Agostino, assessore al Bilancio con delega anche ai Cimiteri, in quota Italia Viva lascia il suo incarico.

Il secondo addio nel giro di poche settimane sarebbe strettamente connesso all’emergenza sepolture ai Rotoli, dove attualmente ci sono più di 500 bare in deposito. Proprio sabato scorso l’assessore aveva tenuto una conferenza stampa ed aveva presentato un piano per ridurre le salme in deposito. Subito dopo però il sindaco Orlando ha affermato che la poltrona dell’assessore sarebbe saltata se la road map – con relative scadenze – non fosse stata rispettata. Parole che avrebbero consumato la frattura con il sindaco. D’Agostino probabilmente non ha gradito le affermazioni del primo cittadino ed ha fatto un passo indietro.

*Dimissioni D’agostino. Orlando “Prendo atto che ha valutato di non poter raggiungere obiettivi che si era dato”*

Prendo atto che l’assessore D’agostino – ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando -, cui avevo chiesto una verifica quotidiana sul piano di uscita dall’emergenza del cimitero, non ha ritenuto di poter raggiungere i risultati che lui stesso si era prefisso ed aveva annunciato. Terrò per il momento per me le relative deleghe”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.