Ennesimo strappo nel M5S di Palermo, Gelarda: "Miei colleghi pseudo-grillini, più affini al PD" :ilSicilia.it
Palermo

IN CONSIGLIO COMUNALE

Ennesimo strappo nel M5S di Palermo, Gelarda: “Miei colleghi pseudo-grillini, più affini al PD”

21 Giugno 2018

 

PALERMO. Si consuma oggi l’ennesimo strappo all’interno del Movimento 5 Stelle di Palermo. Il consigliere Igor Gelarda ancora una volta attacca i suoi colleghi di partito, definendoli “pseudo grillini, molto più affini al modo di essere e di pensare del PD, al quale auspico aderiscano In tempi rapidi”.

Stadio Renzo Barbera PalermoDichiarazioni al vetriolo che nascono in mattinata dal dibattito in Consiglio Comunale, relativo alla scadenza della concessione dello Stadio Comunale Renzo Barbera alla società Palermo Calcio. “Questa vicenda del canone del Palermo calcio al Comune per lo Stadio – aveva scritto Gelarda – sta assumendo toni grotteschi. Con la commissione al bilancio che ritiene di avere scoperto che la società sportiva è morosa. La società sportiva che dice di avere fatto lavori per importi maggiori rispetto ai canoni dovuti. E i palermitani che rischiano di vedersi privati dello stadio, come se non bastasse già almeno un anno di Purgatorio in B. Per evitare Dunque che si brancoli ulteriormente nel buio, è necessario che si faccia subito chiarezza. Ho sentito fin troppe chiacchiere in questi giorni. L’unico organo titolato a fare chiarezza è la Procura. L’unica che può individuare eventuali reati, responsabilità e responsabili. Come rappresentante del MoVimento 5 Stelle preannuncio che a breve presenterò un esposto, che sto già mettendo a punto avvalendomi dell’ausilio di un avvocato. Fermo restando che anche l’Amministrazione comunale di Palermo avrebbe gli organi per potere condurre indagini in tal senso, e forse sarebbe il momento di attivarli. I cittadini e la città hanno diritto a risposte chiare”. 

A queste dichiarazioni avevano quindi replicato Ugo Forello, Giulia Argiroffi, Concetta Amella, Viviana Lo Monaco, Antonino Randazzo“Nessun allarmismo, il Palermo Calcio non rischia di vedersi privato dello stadio. Ancora una volta il consigliere Gelarda esprime posizioni personali da cui è necessario prendere le distanze e fare chiarezza. I tifosi rosanero possono stare tranquilli: il M5S lavorerà per garantire che la squadra continui ad avere il proprio stadio nel rispetto delle regole. Proprio per questo le commissioni stanno lavorando per trovare un nuovo accordo con il club”.

gelardaA quel punto, come reazione è arrivato l’affondo di Gelarda ai colleghi pentastellati: “Mi sembra incredibile che il mio gruppo consiliare, che ormai non ho paura a definire pseudo grillino, e che ha ormai perso il contatto con la città, abbia preso le distanze da una richiesta di approfondimento alla magistratura di una vicenda particolarmente delicata. Questo modo di pensare e di fare mi fa davvero molta paura, e temo che non c’entri assolutamente nulla con il Movimento 5 Stelle, ma anche con il buon senso . Comincio a provare un po’ di dispiacere per i palermitani che sono stati tratti in inganno e votare certi personaggi alle ultime comunali , che con il Movimento 5 Stelle non c’entrano niente. Sono invece molto più affini al modo di essere e di pensare del PD, al quale auspico aderiscano in tempi rapidi”.

Nei giorni scorsi un’altra polemica si era consumata fra i sei grillini di Palazzo delle Aquile relativamente alle posizioni espresse dal governo nazionale in merito alle Ong e alla chiusura dei porti. Gelarda, replicando a un post del capogruppo Forello, aveva difeso l’operato del ministro dell’Interno Salvini e di quello delle Infrastrutture Toninelli. Forello e gli altri consiglieri avevano controbattuto, suggerendogli di aderire alla Lega.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.