Ente Luglio Musicale Trapanese: una storia di successo | VIDEO :ilSicilia.it
Trapani

Parla Giovanni De Santis

Ente Luglio Musicale Trapanese: una storia di successo | VIDEO INTERVISTA

16 Ottobre 2019

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Ci siamo soffermati alcuni minuti con Giovanni De Santis, protagonista di 5 anni di gestione totale dell’Ente Luglio Musicale Trapanese. Una storia di successo, insieme a poche altre a livello nazionale ed in netta controtendenza nonostante la crisi che ancora attanaglia il mondo teatrale e non solo. Abbiamo voluto parlare di questo history case con il suo principale artefice, che in un excursus appassionato, ci ha raccontato il nuovo corso dello storico teatro d’opera siciliano.

Fino a pochi anni fa, l’Ente Luglio Musicale Trapanese era a rischio liquidazione, ma poi è stato risanato e si è trasformato in un’azienda performante generatrice di opportunità per il territorio. Un quinquennio di lavoro svolto non sempre in condizioni ottimali: rilancio, accessibilità a tutte le fasce del pubblico, con una politica dei prezzi studiata con attenzione per rispondere alle esigenze di tutti, lasciandosi alle spalle una concezione elitaria del teatro, aumento della produzione, incremento esponenziale degli spettatori, consolidamento sul piano progettuale e artistico, di una rete di rapporti con altri teatri di tradizione italiani, con università, accademie, scuole e, non ultimo, con prestigiosi festival e autorità governative di altri Paesi. Queste le azioni principali.

Il Teatro, a 5 anni dall’insediamento di Giovanni De Santis, fa il bilancio dei risultati raggiunti.

«Abbiamo risanato rilanciando e non rassegnandoci mai, anche nei momenti di maggiore difficoltà – dichiara lo stesso De Santis – Abbiamo deciso di rispondere alla crisi gestendo responsabilmente i conti, affrontando le criticità che derivavano dal passato. L’Ente Luglio Musicale Trapanese che risana, rilancia, produce –  a dimostrazione che la buona gestione e la cultura producono economia anche in tempi di crisi. Il Teatro, oggi, grazie all’impegno e al senso di responsabilità di quanti vi lavorano e al progetto di risanamento e rilancio attuato, è un teatro che ha ripreso il suo posto in città, tornando ad essere un’istituzione culturale di eccellenza, aperta, viva, vitale e di riferimento, non esclusiva ma inclusiva».

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.
Ieri 17:03