20 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.44

audizione a Palazzo dei Normanni

Enti locali, l’Asael all’Ars: “Ecco il piano per intercettare fondi europei”

26 Marzo 2019

Un coordinamento dei vari strumenti di governance attualmente impegnati nel reperimento delle risorse europee e un Piano integrato per lo sviluppo locale che sia riferibile a un’area sovracomunale. Queste alcune delle proposte formulate dall’Asael, associazione che riunisce gli amministratori locali siciliani, alla commissione Ue dell’Assemblea regionale siciliana, presieduta da Giuseppe Compagnone, nel corso della recente audizione a Palazzo dei Normanni.

L’Asael, che ha sottolineato le difficoltà riscontrate dai Comuni nel reperimento dei finanziamenti dati dai Programmi operativi nazionali e dai programmi operativi regionali, ha richiamato l’esigenza di predisporre dei piani di area vasta che mettano insieme più territori coerenti sotto il profilo economico, ambientale e architettonico. Si tratta di distretti territoriali uniformi, che dovrebbero essere capaci di intercettare le risorse europee grazie a un masterplan con all’interno obiettivi e proposte di sviluppo coerenti nei vari settori economici.

cocchiara
Matteo Cocchiara

L’Asael, rappresentata in audizione all’Ars dal suo presidente Matteo Cocchiara e dall’esperto dell’associazione Salvatore Tosi, ha poi formulato alcune proposte per “minimizzare le criticità” sui fondi europei: prima di tutto un piano di interventi finalizzati ad accrescere la conoscenza delle linee di indirizzo dei nuovi programmi comunitari da parte degli enti locali, ma anche un ausilio per il rafforzamento delle competenze del personale impegnato nella nuova progettazione. Obiettivi da raggiungere attraverso l’incremento delle risorse da dislocare sul fondo di rotazione per la progettazione.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.